Cerca

Propaganda crucca

Ue, la Germania trucca i conti per far pagare la patrimoniale all'Italia

Sui dati della Bce Berlino vuol far passare il messaggio che gli italiani sono più ricchi dei tedeschi e giustificare il salasso sui nostri conti correnti

Ue, la Germania trucca i conti per far pagare la patrimoniale all'Italia

 

di Ugo Bertone 

Poveri tedeschi. Sono più poveri dei ciprioti. Per non parlare di quegli spilorci degli italiani che non  fanno debiti, perché sono più ricchi degli americani. Queste e altre facezie si leggono nella prima edizione dello studio  sulla «Ricchezza delle famiglie» curato dalla Banca Centrale Europea. Uno studio che, secondo l’istituto di Francoforte, dovrebbe servire ad «affinare le decisioni di politica monetaria» ma che, per ora, serve soprattutto a dimostrare la validità della «legge di Trilussa», quella che fa vacillare la fiducia nelle statistiche quando  mal sviluppate ed interpretate.

Prendiamo il dato di Cipro, Paese che, si sa, viaggia sull’orlo del baratro dopo l’esproprio dei depositi bancari. Le famiglie cipriote, nota la ricerca, vivono quasi tutte in casa di proprietà, mentre i tedeschi per la maggior parte pagano un affitto. Non solo. Lo studio di Francoforte, chissà perché, misura il reddito dei nuclei famigliari, sommando tutte entrate di un focolare. E così, se sotto un unico tetto abitano a Nicosia 10-12 persone, dal nonno ai figli fino ai nipotini, può capitare che le entrate totali sommate (ma non divise per il numero degli interessati) superino lo stipendio di un signore di Amburgo o della Slesia.

 

Leggi l'articolo integrale di Ugo Bertone
su Libero in edicola oggi, giovedì 11 aprile

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • eureka.mi

    16 Aprile 2013 - 14:02

    Ma non c'è qualche scaltro giornalista che riesca a smascherare i giochi della Merkel ed a farli pubblicare in tutta la zona dell'Euro?

    Report

    Rispondi

  • sparviero

    11 Aprile 2013 - 18:06

    Li abbiamo serviti e riveriti fino dal dopo guerra ad oggi. Venivano in vacanza sulle nostre spiagge ed erano trattati da re spendendo poche lire. Dovevamo fin d'allora, considerato quello che ci avevano fatto (eccidi e quant'altro) prenderli a calci in culo. Purtroppo il traditore, plagiato e servile monti ha continuato a piegare la schiena svendendoci sempre di più. Forza Italia, possiamo ancora cacciare il nemico invasore. Via dall'euro.

    Report

    Rispondi

  • arwen

    11 Aprile 2013 - 18:06

    Scopertona! Ma se lo sapevano anche i sassi e, soprattutto, lo sapeva Monti visto i suoi incarichi all'interno della UE.

    Report

    Rispondi

  • Tobyyy

    11 Aprile 2013 - 13:01

    Altro che conflitto di interessi, par condicio e tutte queste fregnacce....! Fu il comunista Prodi a portarci nell'euro bruciando in un sol colpo metà dei nostri risparmi, perché doveva coprire il debito pubblico che lui ed i suoi predecessori avevano fatto...! Ora Equitalia, anziché rompere i colioni alla povera gente, dovrebbe richiamare tutti i politici degli ultimi 50 anni e fargli risarcire tutti i soldi, altrimenti via al sequestro dei loro beni mobili d immobili come per i mafiosi !

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog