Cerca

Nero su bianco

Pensioni, il contratto Lega-M5s: taglio a quelle d'oro, ecco chi viene colpito

17 Maggio 2018

1
Pensioni, il contratto Lega-M5s: taglio a quelle d'oro, ecco chi viene colpito

Il governo M5s-Lega porterà in dote un massiccio taglio alle pensioni? Possibile, programma alla mano. Già, perché la bozza parla chiaro. Se da un lato si parla dell'abolizione della legge Fornero, al punto 24 dell'intesa si legge che "per una maggiore equità sociale riteniamo altresì necessario un intervento finalizzato al taglio delle cosiddette pensioni d'oro (superiori ai 5.000 euro netti mensili) non giustificate dai contributi versati". In Italia sono circa 10mila i pensionati che incassano questo tipo di assegno, per un esborso complessivo di 1,8 miliardi di euro. Per ora, però, non viene spiegato con che tipo di intervento, e dunque con che taglio, si vorrebbe intervenire su questi assegni. Per certo, il taglio colpirebbe la quota non coperta dai contributi versati nel corso della carriera lavorativa.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • antonio4747

    17 Maggio 2018 - 14:02

    Vi sono commenti che sfiorano il ridicolo "pensioni uguali per tutti" ed allora perché non stipendi uguali per tutti ,in fondo il titolo di lavoratore è identico. Chi ha versato di più avrà di più, chi lavora in settori più importanti e remunerati, avrà di più e cosi via, se qualcuno ha nostalgia di ideologie passate può guardarsi intorno e scegliere quei paesi che le applicano ancora.

    Report

    Rispondi

media