Cerca

Certezza nel caos

Ecco chi deve pagare: proprietari seconda casa, casa di lusso e di box

Ecco chi deve pagare: proprietari seconda casa, casa di lusso e di box

Proprietari di seconda casa, proprietari di case di lusso, proprietari di immobili non residenzali. Nel caos fiscale sulle abitazioni, con il governo ancora diviso tra la definizione della Iuc (la nuova imposta municipale) e con l'Imu per il 2013 ancora sul filo "tra la vita e la morte", le certezze sono poche. E riguardano i contribuenti che sicuramente sono chiamati a pagare la rata di dicembre dell'Imu.

Seconda casa - Non la scampano i proprietari di seconda casa, cioè di immobile che non è residenza o domicilio abituale del proprietario. In quelle città dove il comune ha già applicato per la rata di giugno l'aliquota massima dell'1,06 per cento (come Roma e Milano), i contribuenti sono chiamati ora a versare una quota uguale all'Erario. Non avranno problemi di calcolo, per lo meno. Ma chi ha la seconda casa nello stesso comune dells prima dovrà pagare un supplemento pari al 50 per cento dell'Irpef calcolata sulla rendita catastale dell'immobile.

Residenza di lusso - Attenti all'inquadramento catastale: se il vostro immobile rientra nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9, sarà considerato di lusso e quindi sottoposto a pagamento dell'Imu anche se usato come prima casa. Sorvolando sui limiti derivanti dal valutare il prestigio di un appartamento solo in base all'accatastamento, si segnala che ai proprietari sarà applicabile un'aliquota massima dello 0,6 per cento e che hanno diritto a una detrazione forfettaria di 200 euro.

Garage e negozi - Devono pagare anche tutti i proprietari di immobili non residenziale. Sono esentate box o cantine attigue alla prima abitazione e assimilabili ad essa. Ma solo nel rapporto di un immobile per appartamento: per eventuali altri spazi, bisogna pagare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pasquino del3mi

    28 Novembre 2013 - 00:12

    quante volte vi si devono pagare queste case, stramaledetti, non ci siete andati voi a lavorare per averla,ma sudore dei genitori che l'hanno lasciata, per questo non si diventa ricchi, da potervi far strafogare a voi,che avete sperperato e continuate a farlo, il denaro pubblico, e vi danno anche la pensione, ma andate ... ma per parecchie generazioni, disgustosi

    Report

    Rispondi

  • zhoe248

    27 Novembre 2013 - 09:09

    Mentre si costruivano quelle case INUTILI, molta gente lavorava e faceva circolare l'economia. Chi poi le ha comperate ci ha pagato già fior di tasse. Italiani: volete rimanere sudditi o preferite riappropriarvi del ruolo di cittadini? In tal caso, dissotterrate l' "ascia di guerra". E' tempo di fare sciopero fiscale, non un euro di tasse dovrà essere pagato dai cittadini (i sudditi paghino pure) finchè non elimineranno privilegi e sprechi e con effetto retroattivo.

    Report

    Rispondi

  • Devogu

    26 Novembre 2013 - 18:06

    Il monarca aveva chiamato un innominabile che nella sua logica post stalinista ha confuso con il messia per mettere a posto le cose e compensandolo con la nomina a senatore a vita il quale ha aumentato le tasse e i debiti nell'osanna del popolo bue, poi è seguito il cosi detto uomo dalle bufale d'acciaio il quale diligentemente ha proseguito nell'opera di demolizione, di aumento delle tasse e nella dispersione di quello era ancora rimasto. Evviva, ormai nessuno ci potrà invidiare né la Spagna, né il Portogallo né la Grecia. SE NE DEVONO ANDARE e quello che hanno indebitamente incassato lo devono restituire allo Stato italiano, cioè alla popolazione ridotta alla miseria. Devono restituire il maltolto e fuggire come ha fatto Badoglio. Se non ci sentono fanno molto male. ANDATE VIA, ACCOLITI DI PIRAGNA INCAPACI PERFINO DI ARROSSIRE.

    Report

    Rispondi

  • spalella

    26 Novembre 2013 - 17:05

    non me ne frega un c...o, hanno riempito il paese di cemento per fare seconde case INUTILI, e allora che queste case inutili diano un contributo per, forse, rimetterlo un pò a posto. Tra seconde case ed immigrati, tra un pò, staremo come i conigli in una conigliera.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog