Cerca

La vendetta degli Shabaab

Ecco la foto del francese ucciso
dai miliziani islamici in Somalia

Somalia, gli estremisti pubblicano su twitter lo scatto del capo del commando del blitz fallito: attenzione, l'immagine potrebbe urtare la vostra sensibilità

Il corpo del militare francese

Il corpo del militare francese

 

Dopo le parole, i fatti. Lo avevano annunciato, gli Shabaab. E poi i miliziani islamici somali lo hanno fatto: sul loro profilo twitter, oggi, lunedì 14 gennaio, hanno pubblicato la fotografia del cadavere di quello che sostengono essere il "capo" del commando francese del fallito blitz in Somalia. 

Il bltiz - Lo scorso sabato, l'esercito francese ha provato a liberare Denis Allex, soldato rapito a Mogadisco il 14 luglio del 2009, ma l'incursione ha avuto un esito drammatico: l'ostaggio è morto, insieme a lui un soldato, forse due (l'altro viene ancora dato per disperso). Il blitz si è reso necessario dopo l'accelerata decisa da Francois Hollande con l'azione militare in Mali: come rappresaglia, gli islamisti della Somalia, avrebbero quasi sicuramente ucciso l'ostaggio transalpino.

La foto - Nella fotografia pubblicata dagli Shabaab, uno scatto che potrebbe urtare la vostra sensibilità, si vede un giovane uomo con i capelli corti, gli occhi sbarrati. Ha del sangue rappreso sul viso, e indossa una camicia scura dalla quale esce una catenina con una croce. Secondo quanto sostengono i miliziani islamici, sarebbe uno dei militari francesi che hanno partecipato al blitz nella notte tra venerdì e sabato. Per ora non è arrivata ancora alcuna conferma ufficiale.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • iuchi

    15 Gennaio 2013 - 08:08

    Per oltre 16 anni la mia famiglia ed il sottoscritto abbiamo lavorato in Somalia esportando le migliori attrezzature del tempo in quel paese quando la Somalia era governata da Siad Barre ed Hassan Coulmì. Il popolo viveva in pace e tutti parlavano italiano e adoravano gli italiani. Lo stesso presidente Barre mi disse che un popolo ignorante non può essere democratico e per detto motivo ci voleva una dittatura come la sua altrimenti il popolo sarebbe stato come è attualmente. E' anche vero che questi Africani, come molti altri, non intendono integrarsi con gli europei ma vogliono unicamente imporre la loro religione e i loro modi di vivere. Questi sono più razzisti di tutti e addirittura si differiscono per Cabille, ovvero famiglie, altro che noi italiani che parliamo di Siciliani Milanese o Calabresi, almeno queste sono regioni e non famiglie! La fratellanza con questa gente non è possibile in nessun modo. Uccidere una persona per un individuo in guerra perenne non è una cosa assurda.

    Report

    Rispondi

  • wilegio

    wilegio

    14 Gennaio 2013 - 19:07

    E bersani gli vuol dare la cittadinanza italiana a questi senzadio. Complimenti! Veramente una bella idea! Mi scompiscierò dal ridere quando vedrò rosybindi e le tutte le donne del pd girare col burka!

    Report

    Rispondi

  • kIOWA

    14 Gennaio 2013 - 17:05

    quel mangiaostie a tradimento ebbe a dichiarare che i migranti,provenienti dall'africa,faranno la fortuna del Nostro Paese.Mi auguro che gli autori di questo massacro,vengano in Italia e nottetempo gli facciano una visitina.

    Report

    Rispondi

  • marari

    14 Gennaio 2013 - 16:04

    perché questo giovane potrebbe essere nostro figlio, fratello o un amico. Per i jihadisti noi saremmo sempre il nemico da combattere, perché diversi anni luci dalla loro cultura. Ricordiamolo anche quando da più parti, ci vogliono imporre la fratellanza, l'accoglienza e tutte le belle parole senza senso. Se noi siamo il nemico per loro, loro sono il male assoluto per noi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog