Cerca

Il documento segreto

Stato islamico, il progetto dei jihadisti: "Armi batteriologiche alla peste bubbonica"

Stato islamico, il progetto dei jihadisti: "Armi batteriologiche alla peste bubbonica"

Una bomba alla pesta bubbonica. Sarebbe questo uno dei progetti di armi batteriologiche allo studio dei guerriglieri dello Stato Islamico. Un deciso passo avanti nella guerra del terrore rispetto a decapitazioni e fucilazioni da trasmettere via web o possibili attentati suicidi in Occidente. A rivelare l'ipotetico piano d'attacco dei fondamentalisti sunniti salafiti è Foreign Policy, rivista di politica internazionale americana di proprietà del Washington Post. Fonte autorevole, dunque, anche se la notizia  è da prendere con le molle.

Il pc del jihadista - E' stato il comandante di un gruppo ribelle moderato siriano, Abu Ali, a fornire al giornale statunitense le prove di questo disegno criminale. Dopo giorni di scontri in Siria con milizie jihadiste del Califfato di Al Baghdadi, Ali e i suoi uomini hanno messo le mani sulle loro armi, munizioni e un pc Dell con cavo di alimentazione, dimenticato dai jihadisti nella concitazione della fuga. "L'ho subito preso e l'ho aperto - racconta il militare siriano -. Pensavo che fosse rotto o guasto. In realtà era perfettamente funzionante. Ho cercato tra le risorse ma erano vuote. L'ho comunque conservato e portato via. Con alcuni compagni più esperti di informatica abbiamo iniziato a navigare sull'hard disk e senza neanche ricorrere ad una password siamo riusciti ad entrare e scovare una montagna di file: ce n'erano 35.347 suddivisi in 2.367 cartelle". Secondo i giornalisti di Foreign Policy il proprietario del pc sarebbe un tunisino, Muhammed S., con alle spalle studi di chimica e fisica in patria di cui due università non hanno più notizie dalla fine del 2011. 

"Piccole granate nelle metropolitane" - Nel laptop cerano documenti in francese, inglese e arabo. Non solo discorsi religiosi, ma anche "guide" per il perfetto guerrigliero: come costruire bombe, rubare automobili, suggerimenti per travestirsi e sfuggire ai controlli dei posti di blocco. Quindi quel file, con la ricetta per costruire ordigni batteriologici "caricati" a peste bubbonica ricavata da animali infatti, dagli imprevedibili, terrificanti effetti su scala mondiale. "Il vantaggio delle armi biologiche - si legge in quelle pagine - è che non richiedono grossi investimenti, mentre le perdite umane possono essere enormi". "Quando il microbo viene iniettato nei topi - è un altro passaggio dei documenti contenuti nel pc -, i sintomi dovrebbero iniziare a comparire nel giro di 24 ore". Quindi il vademecum per il perfetto terrorista: "Riempire piccole granate con il virus e poi gettarle in ambienti chiusi. Come metropolitane, stadi, discoteche. Meglio usarle accanto alle prese dell'aria condizionata. Il batterio di espande in pochi minuti e colpisce migliaia di persone". Impossibile sapere, al momento, se le milizie del Califfato hanno già tra le mani armi di tipo batteriologico. Di sicuro, però, tra le loro fila compaiono diverse centinaia di ex soldati e ufficiali dell'esercito iracheno di Saddam Hussein, e al nuovo regime di Al Baghdadi non mancano né risorse economiche né logistiche, potendo contare sui laboratori e i tecnici già attivissimi ai tempi del Rais. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • capitanuncino

    18 Ottobre 2016 - 18:06

    Bombe al neutrone e per dare una sana pulizia all'ambiente Napalm.Di quello sano.Derattizzazione profonda della Siria e dell'Iraq.Uomini donne e bambini.Hanno la stesa testa degli adultii e quando crescono fanno danni.

    Report

    Rispondi

  • Asser

    03 Settembre 2014 - 08:08

    La difesa e le indispensabili contromisure vanno studiate molto bene e senza errori…. Non c'é peggior cosa del terrorismo motivato da convinzioni religiose non esiste difesa ed il sano, civile, democratico ed evoluto occidente , nulla può contro la primitiva barbarie di quelle genti.

    Report

    Rispondi

  • sempre-CDX

    30 Agosto 2014 - 18:06

    Ed il mondo intero dorme, confortandosi solo con i social netwok, xfactore, le varie case dei fratelli etc. Tutta qua l'evoluzione umana ?

    Report

    Rispondi

  • spalella

    30 Agosto 2014 - 14:02

    E NOI PORGIAMO L'ALTRA GUANCIA SECONDO LE MASTURBAZIONI MENTALI DI PRETI IGNORANTI E PARASSITI. Il buonismo cattolico, questa Lebbra Culturale mediorientale, ci ha distrutti nell'animo e nelle capacità di reagire e di salvarci. Maledetto vaticano, Maledetti Politici del Voto di Scambio Vaticano.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog