Cerca

Un caso a Mosca

Russia, rischio default: perché la corsa al ribasso del petrolio terrorizza Vladimir Putin

Russia, rischio default: perché la corsa al ribasso del petrolio terrorizza Vladimir Putin

La corsa al ribasso del petrolio, vicino ai 60 dollari al barile, rischia di mettere fuorigioco diversi Stati: si parla di un vero e proprio default, e non del "semplice" blocco della produzione di shale, il rischio che corrono in primis gli Stati Uniti. La lista dei paesi a rischio-crac la stila Il Sole 24 Ore. Al primo posto c'è l'Iran, che fissa il punto di pareggio di bilancio con un petrolio a 140 dollari al barile, 20 dollari in più di quelli "necessari" al Venezuela, altro paese a rischio crac. A rischio anche l'Arabia Saudita, che però può contare su riserve valutarie molto più consistenti. Quindi il Kuwait, la cui fonte di ricchezza quasi esclusiva è l'oro nero, ma che per ora dorme sonni più tranquilli: il punto di bilancio è fissato a 53 dollari. Ma è il quinto Paese della lista quello più sorprendente: si tratta della Russia di Vladimir Putin. Il governo di Mosca, infatti, fatica a mantenere le promesse di spesa pubblica già quando il petrolio scivola sotto i 100 dollari al barile. Il rischio default, dunque, è concreto. Putin, però, ha un vantaggio per esempio rispetto a Venezuela ed Arabia Saudita: si aggancia all'andamento del dollaro per le esportazioni. Può dunque contare su una svalutazione competitiva del rublo (che ha aggiornato il minimo storico a 53,91 centesimi), che dunque in parte controbilancia la caduta del prezzo del petrolio, rendendo le esportazioni del Paese più competitive.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • capcap

    10 Maggio 2015 - 13:01

    Vi ricordate IVAN IL GRANDE? A prescindere dai valori di colore e politici NON SI PUO' NON CONSIDERARE la Russia.

    Report

    Rispondi

  • Chry

    18 Dicembre 2014 - 03:03

    Libero porta sfiga, per Libero la svalutazione competitiva del Rublo rende le esportazioni appetibili e competitive, un vero vantaggio scrive... e si sta proprio vedendo come gli economisti di Libero ci azzeccano sempre, e sti bastardi spingono pure per uscire dall'euro...

    Report

    Rispondi

  • gitex

    03 Dicembre 2014 - 15:03

    gli Usa invece sono giá in default avendo un debito di 18000 mln e che aumenta di mese in mese....

    Report

    Rispondi

  • sgnacalapata

    03 Dicembre 2014 - 09:09

    Cucumer, sempre meglio Putin di Obama che non ne azzecca una!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog