Cerca

La procura di Giza smentisce

Giulio Regeni, l'indiscrezione dal Cairo: "Ucciso da 007 sotto copertura vicini ai Fratelli Musulmani"

Giulio Regeni, l'indiscrezione dal Cairo:

Sarebbero stati i Fratelli musulmani a uccidere Giulio Regeni. Il quotidiano filo-governativo egiziano Youm7 online cita fonti vicine alla procura di Giza che indaga sul caso, fornendo ulteriori dettagli: lo studente italiano "sarebbe stato ucciso da agenti segreti sotto copertura, molto probabilmente appartenenti alla confraternita terrorista dei Fratelli musulmani, per imbarazzare il governo egiziano". La notizia è da prendere con le molle, dato che lo stesso procuratore di Giza ha smentito e che il governo di Al Sisi ha tutto l'interesse a togliere ai propri servizi di sicurezza la responsabilità dell'efferato omicidio, e incolpare gli oppositori dei Fratelli musulmani sarebbe come prendere due piccioni con una fava. D'altro canto, le frequentazioni rischiose di Regeni, in contatto con diversi ambienti anti-governativi (particolare che aveva fatto sospettare fin da subito una sua vicinanza ad ambienti di intelligence internazionale), non possono escludere a priori un contrasto con le frange più violente di quella stessa opposizione al regime. Le stesse fonti spiegavano che "il procuratore egiziano e la sua controparte italiana stanno raccogliendo tutti gli elementi possibili per individuare l'autore del crimine".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • scostumato

    18 Febbraio 2016 - 21:09

    Comunque vada a finire l'indagine,ma soprattutto la dimostrazione della verità,è saggio consigliare a chi va da quelle parti (e non solo a quelle) di godersi i paesaggi e altro,ma di evitare qualsivoglia intromissione nella locale politica e nella locale religione. Tanto sarà sempre difficilottino togliere le castagne dal buco in quei paraggi lì .

    Report

    Rispondi

blog