Cerca

Paradiso in terra

Si lavora meno e si guadagna di più
Australia il Paese più felice al mondo

Il sub-continente all'altro capo del mondo si aggiudica per il terzo anno consecutivo il primo posto nella classifica dell'Ocse. Ed è boom di immigrazione dall'Europa

Si lavora meno e si guadagna di più
Australia il Paese più felice al mondo

 L'Australia, dodicesima economia del pianeta, si e' confermata per il terzo anno consecutivo la nazione piu' felice al mondo. Il titolo le e' stato assegnato dall'Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (Ocse), che nel suo ultimo studio ha messo a confronto la situazione di 34 Paesi. Ebbene, la qualita' di vita in Australia, sterminato quasi-continente in cui l'84% della popolazione dice che ogni giorno ha un numero di esperienze positive superiori a quelle negative, e' migliore di quella che si gode in Svezia, Canada, Norvegia, Svizzera, Danimarca, Paesi Bassi, Islanda e Regno Uniti.

Da notare che gli elementi chiave per l'analisi non sono stati la stereotipata immagine del surfista che emerge da acque cristalline o i chilometri di spiagge immacolate. L'organismo internazionale ha invece valutato elementi come il reddito pro-capite, l'occupazione, le abitazioni, la sicurezza, l'istruzione, l'ambiente, la salute, il rapporto tra lavoro e vita familiare, i dati sulla partecipazione alla vita politica e civica, il governo e altri istituzioni. Ed ecco alcuni dati che fanno dell'Australia una sorta di Eldorado che attrae sempre piu' immigrati clandestini e un gran numero di giovani europei in fuga dalla crisi. Con un tasso di disoccupazione pari al 5,5%, l'Australia ha resistito all'impatto della crisi finanziaria internazionale, grazie soprattutto alla sua industria mineraria (che al momento peraltro non gode di un momento favorevole a causa del rafforzamento del dollaro australiano).

E poiche', nota l'organismo, "i soldi non danno la felicita', ma sono uno strumento essenziale per avere elevati standard di vita", e' interessante notare che il reddito medio di una famiglia australiana e' di 28.884 dollari all'anno (in Italia e' di 24.216); il 73% della popolazione australiana tra i 15 e i 64 anni ha un lavoro remunerato (in Italia ' il 57%); e gli australiani lavorano una media di 1.693 ore all'anno (quasi 32 ore a settimana), rispetto alle 1.774 ore di un italiano e alle 1.787 di uno statunitense. Il livello delle polveri sottili e' di 14 microgrammi per metro cubo, decisamente al di sotto della media Ocse di 21 microgrammi e della situazione in Italia (21). Quanto alla sfera pubblica, il 94% della popolazione ritiene di aver qualcuno su cui poter contare in caso di bisogno (in Italia e' l'86%), l'affluenza alle ultime elezioni (un indice nella fiducia nel governo) e' stata del 93% (la media Ocse e' del 72%, nella tornata elettorale dell'ultimo weekend in Italia e' stata del 62%). L'aspettativa di vita in Australia e' di 82 anni, almeno in questo caso inferiore all'Italia, dove e' di 83 anni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • highlander5649

    01 Agosto 2013 - 19:07

    scusate non desidero rubasre il mestiere ai redattori di libero!! ma su 180000 dollari australiani pari a circa 121.500 euro si paga un totale di 36800 euro di tasse pari al 30,3% (fonte fisco oggi scheda paese australia) mentre in italia oltre i 27000 si paga il 38% comunque la media è di 36.17% per ogni 100000 euro . in ogni caso oltre i 75000 è il 43% secco + addizionali fanno un 45,5% circa aggiungiamoci irap e contributi inps e la percentuale sale oltre la soglia del *dolore* del 50% metà reddito mangiato dai parassiti di stato e che finiscono chissà dove (indovinaTE!)

    Report

    Rispondi

  • highlander5649

    01 Agosto 2013 - 11:11

    proprio così in italia dobbiamo fare salti mortali , in lungo ed in largo per districarci tra cartacce e burocrazia e tasse e continue occhiate alla nostra misera busta paga... andata a dare un'occhiata quanto si paga in australia di tasse su uno stipendio medio di 35000 euro . e non rodetevi il fegato. . laggù hanno una mentalita' che è (letteralmente) agli antipodi della nostra. i politici lavorano per il bene della nazione e non viceversa. in canada pure in italia lavorano per *abbellire* la poltrona e giocano a chi se la tiene più a lungo . l'unico che vorrebbe cambiare le cose lo tgengono sotto scacco giudiziario.. .laggiù è una specie di socialdemocrazia che governa, in italia è una sinistra democratica che di economia non ci capisce proprio un fico secco e pretendono di governare anche all'opposizione. gli italiani all'estero stanno bene perchè sono governati bene

    Report

    Rispondi

  • pinco

    28 Maggio 2013 - 22:10

    E speriamo che gli australiani non li considerino stranieri da trattare a pesci in faccia!

    Report

    Rispondi

  • brontolo1

    28 Maggio 2013 - 22:10

    qui lo avevano,e contrariamente agli USA lo hanno abrogato!non si può emigrare in australia dopo i 40/45 anni!loro si che hanno ben lavorato per il futuro!

    Report

    Rispondi

blog