Cerca

Veleno crucco

La Merkel ora accusa l'Italia:
"Pagate i profughi per venire in Germania"

Il ministero degli Interni tedesco ha diffuso una comunicazione in cui si punta il dito su Roma per aver convinto con 500 euro immigrati e profughi della guerra libica a migrare verso Berlino

Angela Merkel

Angela Merkel

I tedeschi puntano ancora il dito contro l'Italia. Questa volta a far scattare il veleno crucco sono i profughi libici che sono stati ospitati nei nostri centri d'accoglienza. L'accusa è forte. Il ministero degli interni tedesco sostiene che il governo italiano ha convinto e poi pagato i profughi per convincerli ad andare via ed anche in Germania. L’informazione è stata comunicata dal ministero degli Interni tedesco ai responsabili delle politiche per l’immigrazione dei Bundesländer. 


Pagati per andare via - Secondo quanto riporta il quotidiano Die Welt che pubblica il testo della comunicazione del minsistero, l’Italia avrebbe pagato 500 euro i profughi che avrebbero abbandonato volontariamente il nostro paese, dietro determinate condizioni, così lasciando le strutture di accoglienza aperte dopo lo scoppio della guerra in Libia. I profughi che avrebbero utilizzato questo denaro per andare in Germania sarebbero svariate centinaia. Ospiti sgraditi dal governo di Berlino, che ora mette sotto accusa Roma. Die Welt sottolinea come la maggior parte di essi si sarebbero recati ad Amburgo, dove vivrebbero senza alcun aiuto. La decisione del nostro paese di pagare i profughi, spiega il quotidiano tedesco dipenderebbe dalla necessità di chiudere le strutture di accoglienza aperte ormai più di due anni fa.

Rispediamoli in Italia -  E per risolvere il problema i tedeschi stanno lavorando ad una soluzione semplice: rispedire i profughi in Italia. L’assessore di Amburgo Schelle ha le idee chiare: “La loro condizione giuridica gli permette di ottenere un permesso di lavoro in Italia, non qui in Germania. Di conseguenza non hanno alcun diritto ad alloggio e neppure alle prestazioni sociali. Ecco perché l’univa vera soluzione sarebbe un loro ritorno nel paese dove possono trovare un’occupazione, l’Italia, oppure un trasferimento nelle loro nazioni di origine". I profughi avrebbero goduto anche di un biglietto ferroviario gratuito per far ritono in Italia ma hanno rifiutato l'offerta. In più sono scaduti i termini di permamnenza in un paese terzo dopo l'Italia secondo le regole di Schengen. La Germania può a questo punto espellerli e spedirceli in Italia. Il braccio di ferro continua. (I.S.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • capcap

    29 Maggio 2013 - 16:04

    L'ho detto e scritto più volte! La Merkel ci fa la guerra per la Germania "uber alles"! Se non vuole i profughi perché non li paga lei al posto di piagnucolare? Non lasciamoci influenzare dalla "soldatessa DDR"! Il bilancio della Germania è così solido come lo fanno sembrare? Ma la Germania è così indispensabile per l'Italia?

    Report

    Rispondi

  • cavallotrotto

    29 Maggio 2013 - 13:01

    vorrei dire alla merkel , che l'italia ha offerto ai musulmani e non di rientrare in patria , pagando loro il biglietto di ritorno . è vero , un musulmano che rientra in patria , deve pagare il biglietto di solo ritorno 500 euro . informatevi e vedrete che è la verità . la merkel mi auguro che con il bastardo che ci accusa , che a settembre perda le elezioni .che in italia si spenda come fossimo l'america è vero , ma cara merkel , quando hai speso i soldi dello stato per andare in ferie in spagna , come hai giustificato il fatto ? nascosto per benino . cara tedesca di m...da quando sei venuta in italia a fare le terapie , chi te le ha pagate ? ma fottiti , e poi non dire che non capisci perché gli italiani ce l'hanno con la germania . andrai a fondo anche tu , e te lo auguro .

    Report

    Rispondi

  • cavallotrotto

    29 Maggio 2013 - 13:01

    vorrei sapere come mai noi italiani , o meglio imbecilli italioti , non abbiamo il coraggio di rimandare indietro tutti i finti profughi musulmani , negri , commercianti in carne umana e droga . chiediamo alla boldrini cosa intende fare ora che anche la germania ci dà dei coglioni . sono mesi , se non anni , che dico " guardate il comportamento dell'oceania , e sbattete fuori dai nostri confini tutti i barconi che arrivano . mettono donne e bambini ? bene , affondiamo i barconi , è solo una scusa , loro sanno che gli italioti si commuovono davanti ai bambini , infatti li mettono sempre davanti in caso di attacchi da parte dei militari di un paese che non vuole essere colonizzato . i pirlotti e le pirlotte si commuovono . le 500 euro sono veri , ma dovevano rientrare a casa loro . e cosa dite invece dei 2500 euri pagati ad ogni persona del nucleo familiare che arriva in barca ? e a noi tolgono il pane , e non è vero che sono morti di fame , tutte balle . in marocco hanno ospedali eff

    Report

    Rispondi

  • Beppe.demilio

    29 Maggio 2013 - 06:06

    La Germania da lavoro agli Italiani che fuggono da casa loro perché abbiamo un governo di deficienti e dei cittadini coglioni ! Di immigrati ce ne sono troppi e seguitano a farne arrivare altri . Da clandestini diventano profughi , come mai? L'Italia esplode per la grave crisi e chi ci governa ci costringe mantenere milioni di immigrati. Arrivano da tutto il mondo per farsi curare perché tutto gratis. Gli zingari ci costano un sacco di soldi e la Romania e gli altri paesi godono per come viene gestita la grande presa per il culo. Impossibile non dare torto agli altri paesi che si lamentano perché siamo senza palle. E' altrettanto vero che il resto d'Europa è sempre stata a guardare nonostante abbiano più volte dichiarato , a parole, di voler contribuire al pattugliamento delle nostre coste per impedire le invasioni. L'Italia deve dare un segnale forte al mondo perché capiscano che la situazione interna è estremamente grave. Il lavoro non ci sarà mai per tutti e di soldi ancora meno.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog