Cerca

Lingue aborigene a rischio

L'Australia tenta il salvataggio

Lingue aborigene a rischio
 Il ministro australiano per l'ambiente e le arti Peter Garrett ha annunciato oggi un nuovo piano per il salvataggio di oltre 100 lingue aborigene che rischiano di scomparire dalle comunità indigene del Paese. Secondo una recente ricerca nazionale, delle 145 lingue indigene parlate in Australia, 110 sono a rischio, e sono usate da piccoli gruppi di persone, per lo più sopra i 40 anni. Il piano governativo prevede nuovi stanziamenti pari a 5,4 milioni di euro per la prosecuzione dei programmi di insegnamento linguistico nelle scuole e per l'istituzione di nuovo servizi di interpretariato e di traduzione. Sarà finanziata inoltre un'analisi di fattibilità della possibile creazione di un Centro nazionale per le lingue indigene. Il ministro ha precisato che i nuovi fondi saranno diretti principalmente a migliorare il coordinamento fra tutti gli enti ed organismi impegnati nel mantenimento del patrimonio linguistico delle comunità indigene. "La conoscenza delle lingue tribali è molto importante per favorire l'apprendimento tra gli studenti aborigeni, specie nelle scuole bilingui", ha detto. Circa 30 mila persone, sia indigene che non, prendono parte in Australia allo studio di lingue indigene.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog