Cerca

Ferie amare

Dalla benzina ai rifiuti
Ecco la mazzata d'agosto

La benzina alle stelle, il caro-bolletta, la tassa sui rifiuti e perfino sul turismo: quanto spenderemo in più

Dalla benzina ai rifiuti
Ecco la mazzata d'agosto

 

In questi giorni si parla dell'ondata di caldo che si è abbattuta sulla penisola che porta la colonnina di mercurio a livelli altissimi, ma a surriscaldare le ferie degli italiani (di quelli che sono riusciti a farsela) è anche (o forse di più) una raffica di aumenti che faranno sborsare 319 euro in più rispetto allo scorso anno. Gas, luce, benzina e rifiuti oltre alla tassa di soggiorno che quest'anno si paga in albergo ma anche in campeggio. Insomma quella stangata che solitamente gli italiani ritrovavano al ritorno dalle vacanze, questa volta è stata anticipata di un mese. A fare la stima degli aumenti è stato l'Osservatorio  della Uil servizio politiche territoriali. L'aumento più alto è sicuramente quello della benzina che è aumentata del 6,5% rispetto all'inizio dell'anno questo significa 51 euro in più per il pieno in un mese. Un aumento che pesa moltissimo in questo periodo di viaggi più o meno lunghi: da dicembre dello scorso anno ad oggi il prezzo medio del carburante è aumentato del 6,5% passando da 1,72 euro di dicembre a 1,84 euro di agosto. Un aumento legato al decreto Salva Italia e al decreto per il terremoto in Emilia. Un esempio: un automobilista medio che fa 22mila chilometri all'anno tenendo conto dei consumi medi ad agosto dovrà spendere per un pieno 51 euro in più. Confartigianato ha quantificato in 12,7% in più l'aumento rispetto all'anno scorso per mettersi in viaggio. 

Caro carrello Ma anche chi per scelta o per forza (quest'anno le partenze ad agosto sono collate del 29%) resta a casa non sfugge alla stangata agostana. Perché è aumentato il costo della spesa: pane e pasta e generi di prima necessità ma anche bibite e acqua. Questo agosto ci ci costerà in media 103 euro in più rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, il carrello della spesa segna un aumento del quattro per cento. 

Bollette roventi Come se non bastasse ci aspettano le bollette di gas e luce: l'aumento è arrivato a fine giugno ed è scattato dal mese di luglio. Luce e gas sono aumentate rispettivamente dello 0,2e del 2,6% in pratica questo mese di agosto spenderemo 16 euro in più anche perché consumeremo più energia in seguito al ricorso massiccio ai condizionatori per trovare sollievo dall'afa di un'estate torrida. A pesare anche l'odiatissima Tarsu, la tassa sui rifiuti che sta aumentando quasi ovunque. Si tratta di un aumento del 2,4% rispetto al 2011 in pratica 7 euro in più che fanno schizzare a 225 il costo medio per ogni famiglia.A Bari l'aumento sarà del 30% a Milano del 20%. Ma ai napoletani (che hanno anche il servizio peggiore) spetta il primato per la spesa della spazzatura: ogni famiglia spende in media 427,80 euro all'anno. 

Finito qui? Per niente. A tutto ciò bisogna sommare l'aumento della Rc auto dell'1,6%, per un costo aggiuntivo di sedici euro in più ogni anno per un totale di 118 euro medi contro i 102 dello scorso anno che molti sborseranno quest'estate. Ma non dimentichiamo l'Imu, il 17 settembre scade la seconda rata (che lo scorso anno non esisteva). E chi si vuole lasciare tutto alle spalle, bere a settembre l'amaro calice delle tasse, dovrà fare i conti con l'imposti di soggiorno: sono 501 i Comuni che applicano il balzello mentre l'anno scorso erano pochissimi. Peggio di così...

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Phidry Hiellie

    06 Agosto 2012 - 21:09

    .....BRUTTA persona, il kollonellos montez, rasenta la malafede, dice di non avere la bacchetta magica per risolvere i problemi del paese, si perche la sua bacchetta magica è tarata solo per far sparire i soldi dalle tasche degl'italiani. Ecco coss'è la dittatura, bugie, prese per il khulos, faccia tosta all'inverossimile, marionetta al servizio di poteri oculti, 95% dei mezzi di comunicazione di massa al servizio della dittatura, i ricchi sempre più ricchi e i poveri sempre più poveri ..... basta no se ne puo piu!!!! SVEGLIA ITALIA, LIBERATI DA QUESTA PIOVRA PRIMA CHE TI RIDUCA ALLA FAME E ALLA MISERIA, I LORO PRIVILEGI SONO RIMASTI INVARIATI SE NON AUMENTATI!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • lepanto1571

    05 Agosto 2012 - 12:12

    Non è tanto il fatto che rubino, che si inventino posti di sottogoverno etc. Il problema è che i nostri politici (a parte qualche rara eccezione) sono assolutamente incompetenti, incapaci e pusillanimi.

    Report

    Rispondi

  • angelo.Mandara

    05 Agosto 2012 - 10:10

    In un doveroso bollettino, diventa difficile evitare un "approdo" a due considerazioni che sommino la "crisi più mordente" con la disponibilità di vacanze al mare. Sùbito l'impressione avuta dal tratto di percorrenza dell'autostrada Torino - Cattolica, in cui dal primo albeggiare, camions e macchine, con la loro intensità di presenze davano il polso dell'economia del momento, come mai avvertito in tutti questi ultimi anni. (segue) Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

  • angelo.Mandara

    05 Agosto 2012 - 10:10

    Arrivati a destinazione, l'altra grande sorpresa (positiva) sulla densità abitativa della spiaggia, nessun segno di crisi conclamata...eppur l'Economia langue. Almeno che, oltre alla matematica riduzione del periodo(...per destinazione),alla voce risparmio non si sia travasata un pò di gente dalle spiagge liguri e toscane (notoriamente più care) a quelle "solatìe" della Romagna? Confermando così l'ottimistica ottica consumistica del Cavaliere? Saluti. Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog