Cerca

Abbuffata arancione

Pisapia assume il guru del web:
ci costerà 7mila euro al mese

Lauto stipendio al profeta di Facebook: ecco la superconsulenza all'esperto Gianfranco Chicco. Fino a dicembre, 42mila euro per gestire i social media

A Palazzo Marino sbarca il "mago" di internet: dovrà potenziare il sito del Comune. E per farlo prenderà una vagonata di euro
Giuliano Pisapia

Giuliano Pisapia

 

di Massimo Costa

Un guru di Facebook e Twitter per Giuliano Pisapia. Nella squadra dei superconsulenti del sindaco di Milano, infatti, dal 9 di agosto è entrato anche Gianfranco Chicco, un «mago» delle nuove tecnologie incaricato di lucidare l’immagine del Comune sulla piazza virtuale di internet. Lo stipendio? Da capogiro, se pensiamo al ritornello delle casse vuote caro al centrosinistra: settemila euro al mese lordi fino alla fine dell’anno. La delibera di assunzione, pubblicata ieri sull’albo pretorio, parla di «sviluppo dei servizi di customer care e incentivazione della loro fruizione tramite web anche attraverso l’uso dei social media dell’amministrazione comunale». Un giro di parole che nasconde la volontà di potenziare la presenza on line di Palazzo Marino. La galassia 2.0 si muove a una velocità siderale rispetto ai tempi della macchina comunale. E il sindaco di Milano, capitale italiana della tecnologia, non può certo farsi trovare impreparato: già qualche mese dopo la sua elezione, l’avvocato arancione aveva assunto il fido Massimo Chierici con l’obiettivo di presidiare l’agorà di Facebook e Twitter (consulenza da 2.600 euro lordi al mese). Con l’arruolamento di Chicco, la strategia del Comune fa un balzo in avanti.

Il nuovo «superesperto» di Pisapia è un giovane astro nascente del digitale con un curriculum già chilometrico: esperto di marketing e nuovi media; fondatore di società di «public speaking»; laureato in ingegneria industriale con un prestigioso master in «business administration»; firma della rivista «Wired», considerata la Bibbia dei nuovi media. Il tutto condito da una solida esperienza internazionale che abbraccia il globo dal Giappone agli Stati Uniti (ai suoi eventi hanno partecipato anche Bill Clinton e l’ex sindaco di New York Rudolph Giuliani). Ora, tra un impegno e l’altro, per settemila euro al mese Gianfranco Chicco dovrà proiettare  l’immagine del Comune su nuove piattaforme tecnologiche. 

Senza mettere in dubbio la professionalità del superconsulente, si tratta di cifre che evidentemente contrastano con il clima di austerity denunciato a più riprese dal sindaco e dalla giunta. Mentre il Comune chiede sacrifici ai milanesi per far quadrare i conti, con Atm che addirittura si prepara ad abbassare le luci di alcune stazioni del metrò per risparmiare energia, la squadra di collaboratori del sindaco continua a gonfiarsi. Settanta assunzioni di natura «fiduciaria», oltre 230 consulenti esterni in poco più di un anno di governo. Certo, rispetto all’era Moratti il budget per le consulenze è diminuito, e l’assessore al Personale Chiara Bisconti non perde giustamente occasione per sottolinearlo. I mal di pancia per le assunzioni esterne, però, hanno colpito da mesi anche una parte della sinistra, delusa per la nonchalance con la quale è stato imbarcato in Comune l’intero staff della campagna elettorale del sindaco. Il caso era stato sollevato a gennaio anche dal presidente del consiglio comunale Basilio Rizzo, che aveva preso carta e penna per denunciare l’andazzo: «Non possiamo dare l’impressione che in Comune vengano assunte persone per la loro vicinanza politica a chi ha vinto le elezioni».  

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • davidebi

    15 Settembre 2012 - 09:09

    io non sono nessuno e conosco almeno una decina di ragazzi "smanettoni" del web che sarebbero stati molto felici di dar una mano gratis.. molti lo fanno per passione ma chissa perchè questi salvatori d italia non ne conoscono nessuno.. anzi, conoscono solo persone che per muovere anche solo un dito chiedono cifre folli.. 7000 euro al mese? io come artigiano ne guadagno che ci crediate o no 1200 al mese.. e come me quanti? ma posssibile che le ristrettezze siano sempre per i solito sfigati? CI MERITIAMO DI MEGLIO.. VIVA NOI ITALIANI

    Report

    Rispondi

  • gioch

    11 Settembre 2012 - 12:12

    ...ha chiesto di convocare il comitato per la sicurezza.Allertato il Leoncavallo.

    Report

    Rispondi

  • eureka.mi

    07 Settembre 2012 - 23:11

    Le ristrettezze le subiscono solo i cittadini: i politici, incapaci di governare, sperperano in consulenze proibitive. Sarebbe il caso di esonerare dal servizio quei politici che incapaci di governare necessitano di consulenti. La gente vota delle persone perchè facciano il loro lavoro, a queste condizioni anche una casalinga può diventare 'politico' grazie alle consulenze

    Report

    Rispondi

  • Il_Presidente

    05 Settembre 2012 - 01:01

    e della "libera cultura" (solo se la pensi come loro, però). I paladini della "libertà", rigorosamente anticapitalisti,ma strapagati per tirare i fili del web in maniera politicamente corretta. ovvio che con roba come pisapia si reggano il sacco a vicenda.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog