Cerca

La vittima

Melissa a scuola sognava la moda
Uccisa da due bombe

La vittima dell'attentato si chiamava Melissa Bassi, aveva 16 anni. Su Facebook lo sgomento dei suoi compagni

Melissa Bassi

Melissa Bassi

Si chiamava Melissa Bassi, e aveva solo sedici anni, la studentessa uccisa dalle bombe esplose davanti all'istituto professionale "Morvillo-Falcone". Proveniva da Mesagne, un grosso comune poco lontano da Brindisi e questa mattina, 19 maggio, aveva  preso il pullman come tutte la mattine fantasticando sul sabato pomeriggio.  Melissa era appena scesa da un autobus cittadino quando le bombe sono esplose. E' morta sul colpo. Nel profilo Facebook di Melissa ci sono le sue foto e i suoi sorrisi di sedici anni, lo sguardo felice di una ragazzina che sognava di diventare stilista. Sulla sua pagina ora ci sono moltissimi messaggi di saluto e sgomento dei suoi amici. "Ciao piccola, una morte davvero ingiusta". "Ciao Melissa". Tanti chiedono "la pena di morte per questi animali" , e poi: "Vigliacchi".  

La sua amica, Veronica Capodieci, ferita nell’attentato davanti la scuola Morvillo-Falcone sta lottando tra la vita e la morte. Le sue condizioni ovviamente sono ancora molto gravi. E’ stata operata per trauma toracico addominale all’ospedale Terrino di Brindisi. A diramare il bolletino ufficiale sulle condizioni di Veronica è stato il direttore generale della Asl di Brindisi, Paola Ciannamea, che ha precisato che l’intervento per la parte di chirurgia toracica si può dire concluso e che ora sono impegnati i chirurghi plastici. E’ stato anche confermato che i feriti sono sei, oltre alla ragazza che si sta operando vi sono altre quattro studentesse ricoverate tra i reparti di chirurgia plastica e il centro ustioni dello stesso ospedale. Anche per loro la prognosi è riservata, ma a quanto sembra non correrebbero pericolo di vita.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lucy

    19 Maggio 2012 - 19:07

    avete soltanto ucciso una ragazzina di 16 anni!STRAMALEDETTI!

    Report

    Rispondi

  • ego1

    19 Maggio 2012 - 16:04

    ....PENA DI MORTE per i mandanti e gli esecutori di stragi di matrice mafiosa o terroristica. PENA DI MORTE per i mandanti e gli esecutori di omicidi di matrice mafiosa o terroristica. Opporsi ancòra a questa misura estrema nonostante il preannunciato ritorno del terrorismo o dell'escalation mafiosa, può solo far parte dello stantìo ed ipocrita e ridicolo bagaglio del mai tanto esecrato ed escrabile "politicamente corretto".

    Report

    Rispondi

  • roberto19

    roberto19

    19 Maggio 2012 - 14:02

    lo sdegno non basta ... questo è un attentato che va oltre la delinquenza e la vigliaccheria.

    Report

    Rispondi

  • Gianluca1989

    19 Maggio 2012 - 13:01

    Attaccare dei ragazzi e una scuola... Vergogna!! Spero che giustizia sia fatta al più presto e che i responsabili vengano punti!!!! Ps chiedo ALLO STAF DI LIBERO cortesemente rimuovete la voce allegro dal sondaggio... Per leggere con l'ipad ho per errore selezionato proprio quella voce... E non è nel modo più assoluto il mio stato d'animo per questa vicenda che definirei piuttosto arrabbiato!!!! Ciao Melissa

    Report

    Rispondi

    • Nicoletta Orlandi Posti

      19 Maggio 2012 - 13:01

      Hai perfettamente ragione e ce ne scusiamo, ma purtroppo il sondaggio viene creato in automatico e non abbiamo la possibilità di eliminarlo.

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog