Cerca

Incredibile ma vero

Arriva la fine del mondo dei Maya
Tutti dal prete: boom di confessioni

Occhio al 21 dicembre 2012, c'è la fine di tutto. E così un esercito di persone terrorizzate fa la fila per salvare la propria anima dalla profezia...

Arriva la fine del mondo dei Maya
Tutti dal prete: boom di confessioni

di Gianluca Veneziani

In vista della fine del mondo prevista dai Maya c’è chi fa gli scongiuri, chi si rifugia nei bunker e chi resta scettico. E c’è chi, invece, pensa a salvarsi l’anima: per questo si confessa o, addirittura, si converte al cattolicesimo. Così nelle chiese di Milano numerose persone si sono riavvicinate al confessionale, vedendo la fine vicina. Effetto di una sindrome collettiva? Conversioni in punto di morte? Oppure scaramanzie dettate dal «Non è vero ma ci credo» e dalla logica del «Mai dire Maya»? Tutte risposte plausibili, che trovano conferma non appena si entra in una parrocchia ambrosiana. 

«Era da cinquant'anni», avverte don Giancarlo Greco, parroco della chiesa di San Michele Arcangelo a Precotto, «che non vedevo così tanta gente partecipare alla messa e confessarsi. Il fenomeno attecchisce soprattutto tra i non credenti, forse perché il timore dell’apocalisse è più radicato in chi finora è vissuto lontano da Dio». Don Giancarlo prova anche a dare una lettura cristiana dell’insolita affluenza in chiesa: «Il Natale è a suo modo una “fine del mondo”, perché coincide con la parusia, cioè con il ritorno di Cristo come giudice. Voglio sperare che in tanti si siano riavvicinati alla fede anche per questa ragione». (...)

Come spiega Gianluca Veneziani su Libero di martedì 11 dicembre, in questi giorni si registra un vero e proprio boom di confessioni. Il motivo? La fine del mondo. Ossia la profezia dei Maya. E così tutti terrorizzati si mettono in fila dal prete per salvare l'anima. Occhio al 21-12-2012...

Leggi l'approfondimento su Libero di martedì 11 dicembre

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Stefano-87

    22 Dicembre 2012 - 22:10

    Mi sa dire la differenza fra le profezie e le superstizioni della Bibbia e quelle dei Maya? Io non ne vedo, e non ne vede nessuna chiunque abbia un po di sale in zucca.

    Report

    Rispondi

  • Megas Alexandros

    11 Dicembre 2012 - 11:11

    questi idioti stanno facendo la fila per un biglietto sola andata verso l'Inferno. Infatti se il motivo del loro accostamento al Sacramento della Riconciliazione è una squallida superstizione compiono solo così un peccato mortale contro il primo comandamento e, essendo verosimile che tale peccato non verrà confessato perchè proprio quello che spinge al confessionale, non salveranno un bel niente MA aggraveranno la loro condizione..se poi seguisse a questa sacrilega confessione pure una sacrilega comunione,beh allora lascio che sia San Paolo ad esporvi le conseguenze possibili" Chiunque mangia indegnamente il Corpo di Cristo mangia la propria condanna!" Il 21 Dicembre non accadrà nulla di nulla..leggete la Bibbia ed interpretate la storia alla luce della Parola di Dio non basandovi su fantomatiche profezie di una civiltà che i più non sanno nemmeno in che contesto storico e geografico collocare... attendete alla vostra salvezza con timore e tremore e preparatevi degnamente al Natale va!

    Report

    Rispondi

blog