Cerca

L'indagine

Genova, Tiziano Renzi indagato per bancarotta fraudolenta

27
Genova, Tiziano Renzi indagato per bancarotta fraudolenta

Primo colpo delle toghe contro la famiglia Renzi. Tiziano Renzi, padre del premier Matteo è indagato per bancarotta fraudolenta dal Tribunale di Genova. La vicenda è relativa al fallimento della società di distribuzione Chil Post, nel maggio 2013. Il curatore avrebbe rilevato passaggi sospetti dei rami d'impresa, e comunque delle uscite di denaro ingiusitificate. L'inchiesta è seguita dal pm Marco Ayroldi e seguita in prima persona dal procuratore aggiunto Nicola Piacente. La bancarotta viene contestata ad altre tre persone, ex amministratori della società. L'avviso di garanzia è stato notificato a Tiziano Renzi tre giorni fa, e coincide con la richiesta di proroga di indagini al Gip.

La vicenda - La società è fallita nel 2013, quando il padre di Renzi l’aveva già ceduta a un imprenditore genovese. La stessa società risulta essere stata intestata proprio a Matteo Renzi e alle sue sorelle tra il 1999 e il 2004. Risultano anche contributi figurativi versati all’attuale presidente del consiglio. Nei giorni scorsi ha ricevuto un avviso di prosecuzione delle indagini e dunque l’iscrizione nel registro degli indagati risale verosimilmente a diversi mesi fa. Ora bisogna capire che esito possa avere l'inchiesta e se Tiziano Renzi verrà rinviato a giudizio. La notizia comunque imbarazza palazzo Chigi. 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • matteoamicimiei

    19 Settembre 2014 - 19:07

    di piu

    Report

    Rispondi

  • candida.57

    18 Settembre 2014 - 19:07

    Solitamente diciamo dalle nostre parti : " le colpe dei padri non ricadono sui figli" .......ma la situazione attuale è troppo caotica, il bando della matassa è ingarbugliato oserei dire a tal punto che è necessario un ribaltamento urgente FUORI TUTTO E TUTTI, RICOMINCIAMO DA ZERO.

    Report

    Rispondi

  • Napolionesta

    18 Settembre 2014 - 19:07

    Allora Berlusconi aveva ragione o no quando diceva che la magistratura decide i governi in Italia? Io dico e`giunta l`ora di rottamare questa casta corrotta. Un Italiano in Germania.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media