Cerca

Snazioni

Milano, migliaia di ricorsi per multe con autovelox: scaduti i termini per la notifica

Milano, migliaia di ricorsi per multe con autovelox: scaduti i termini per la notifica

Migliaia di multe potrebbero essere cancellate. La svolta su una valanga di sanzioni fatte dagli autovelox arriva da Milano. Il cavillo che permette il ricorso (con buone probabilità di essere accolto) è nella prima riga di ogni verbale. "Rilevata 57, effettiva 52, consentita 50 km/h. Il verbalizzante P. A., matr. 1xxx, in servizio presso l'Ufficio varchi della polizia locale di Milano in data 15/10/2014". Cioè quattro mesi e mezzo dopo la violazione. E' proprio sulla data del verbale che è possibile con le nuove norme fare ricorso contestando la sanzione. Secondo la giurisprudenza in vigore negli uffici dei giudici di pace e in quello delle depenalizzazioni in prefettura i termini entro cui vengono notificati i verbali sarebbero irregolari. Il codice della strada all'articolo 201, prevedeva la notifica delle infrazioni non immediatamente contestate entro 150 giorni.

I ricorsi - La legge 120 del 2010 invece ha accorciato quel termine a 90 giorni. Ma da quando? Dalla data in cui l'agente mette mano alla foto, legge la targa, annota la velocità rilevata e commina la sanzione. Da qui sono scattati migliaia di ricorsi. Il comando della polizia di Milano, ad esempio, sarebbe sommerso da una tale mole di accertamenti da rendere necessario un raddoppio del personale dedicato all'Ufficio procedure sanzionatorie. "È un criterio evidentemente illegittimo - spiega Nicola Castiglioni (Codacons) - Ormai si sta affermando questa giurisprudenza". Insomma in questo modo migliaia di multe potrebbero essere nulle. E intanto sul web spopolano vademecum con le regole da seguire per fare i ricorsi. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • danilo.lanzani

    07 Dicembre 2014 - 09:09

    la giunta comunale vuole solo far cassa a spese degli automobilisti visto che renzi gli taglia i fondi per i trasporti

    Report

    Rispondi

  • ilsognodiunavit

    15 Novembre 2014 - 18:06

    Non si degnano neppure di essere efficienti nel leggere le multe, soltanto quando perdono il lavoro chiedono di lavorare.

    Report

    Rispondi

  • primus

    15 Novembre 2014 - 15:03

    Ma dovranno pur trovare da qualche parte i soldi per centri sociali. bollette non pagate dai rom, clandestini, e magari una casa dove mandare gli abusivi ????

    Report

    Rispondi

blog