Cerca

Assurdità italiane

La storia di Carlotta Filardi: viene multata dall'Inps, ma era in ospedale a fare la chemio

La storia di Carlotta Filardi: viene multata dall'Inps, ma era in ospedale a fare la chemio

Questa storia ha dell'incredibile. E' accaduto a Firenze a Carlotta Filardi, personal trainer di 30 anni; si assenta dal lavoro, ma quando il medico fiscale si presenta a casa non la trova. Carlotta era in ospedale per sottoporsi alla chemioterapia, ma l'Inps ignara la multa. 

Il fatto - Inizia a Marzo 2014, quando le viene diagnosticato un linfoma non operabile. Inizia il calvario di Carlotta che si sottopone a otto cicli di chemio. Sei mesi dopo le viene recapitata una cartella Inps, in cui le viene chiesto di restituire il 50% dell'indennità di malattia, da trattenere direttamente da busta paga. Il ricorso, giustamente presentato, è stato respinto, in quanto un medico fiscale recatosi a casa sua per la visita non la aveva trovata. Da qui la decisione di ritirare l'indennità. Carlotta ha ora aperto un blog "pensiero felice" per combattere il cancro, e adesso anche l'Inps. Il caso fortunatamente si è risolto, in quanto l'Inps si è scusato pubblicamente con la donna. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • encol

    06 Febbraio 2015 - 12:12

    Il medico fiscale un altro buffone del carrozzone sanità. Di sicuro un raccomandato di ferro infilatosi in sanità via ASL - Andar bene intasca 4/5000 euro mese per queste caz......

    Report

    Rispondi

  • encol

    06 Febbraio 2015 - 12:12

    Il medico fiscale un altro buffone del carrozzone sanità. Di sicuro un raccomandato di ferro infilatosi in sanità via ASL -

    Report

    Rispondi

  • FRAGO

    06 Febbraio 2015 - 11:11

    Le scuse sono ben accette, ma un risarcimento monetario per il disagio creato ad un malato? Quali provvedimenti sono stati presi perché questo non accada più? Poi come al solito sul nome del medico e dei funzionari coinvolti i pennivendoli tacciono. Non solo questo giornale.

    Report

    Rispondi

  • arwen

    06 Febbraio 2015 - 11:11

    Quindi il datore di lavoro ignora i motivi di assenza del suo dipendente e il medico ignora il motivo dell'assenza del lavoratore e quali siano le sue patologie....Ma allora che cacchio va a controllare?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog