Cerca

Caltanissetta

Orrore senza fine: 5 nigeriani rapiscono una ragazza e la stuprano per giorni

Orrore senza fine: 5 nigeriani rapiscono una ragazza e la stuprano per giorni

Cinque nigeriani sono stati arrestati dai carabinieri per aver rapito e stuprato per giorni una ragazza. Sono Cross Agbai, 34 anni, Majesty Wibo, 31 anni, Amaize Ojeomkhhi, 27 anni Lucky Okosodo, 23 anni e Lawrence Ko Oboh, 40 anni. La ragazza di 20 anni di San Cataldo (Caltanissetta) il 22 novembre scorso stava trascorrendo una giornata in un casolare con alcuni amici, bevendo diversi alcolici. Tanto da perdere i sensi. E qui intervengono i rapitori. 

La ragazza si è svegliata dopo giorni dallo svenimento e si è trovata in una casa abusiva occupata dai cinque nigeriani. E' stata violentata per giorni. Oltre ai ripetuti rapporti sessuali con i cinque nigeriani, la ragazza è stata obbligata a prostituirsi con altri immigrati, che pagavano somme di denaro agli aguzzini in cambio delle prestazioni sessuali. Per evitare urla e proteste, la giovane (che è anche stata rasata in testa) sarebbe anche stata drogata: lo confermerebbero le  analisi realizzate all'ospedale "Sant'Elia" di Caltanissetta.

L'incubo è finito venerdì scorso. In un momento di distrazione dei "carcerieri", la giovane è riuscita a chiamare la famiglia. Che non era per nulla in ansia per lei, visto che spesso era solita restare fuori casa da amici. Una volta "liberata", la ragazza ha denunciato il terribile accaduto ai carabinieri che hanno fatto partire indagini e arresti. I cinque nigeriani sono stati accusati di riduzione in schiavitù, violenza sessuale, sequestro di persona, sfruttamento della prostituzione e spaccio di stupefacenti. I carabinieri stanno anche cercando due complici. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sicilia1282

    11 Luglio 2016 - 13:01

    Se volete la guerra ve la daremo e conoscerete i veri Italiani.

    Report

    Rispondi

  • GiancarloChiria

    11 Luglio 2016 - 11:11

    Ci vuole prudenza nei rapporti intepersonali ma c'è bisogno anche delle regole di convivenza

    Report

    Rispondi

  • vasilli

    11 Gennaio 2016 - 19:07

    sarebbe semplice se non avessimo un governo di M... e sinestrati ... una ..una legge chi stupra o molesta gli si tagliano i Q,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,, no o no ??????

    Report

    Rispondi

  • ampar

    11 Gennaio 2016 - 18:06

    buttiamoli nell'acido, vivi

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog