Cerca

Paura sull'autostrada

Incidente stradale per Crocetta
Grave il caposcorta

Il governatore era in viaggio per un comizio quando l'auto è finita sulla "cuspide" di cemento del casello

Rosario Crocetta

Rosario Crocetta

Incidente stradale per il presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta mentre viaggiava verso Catania, sull'autostrada che collega Siracusa al capoluogo etneo dove era atteso per partecipare alla convention del Megafono. L'incidente e' avvenuto all'altezza dello svincolo per Cassibile. Nulla di grave per il governatore della Sicilia; sono invece rimasti feriti gli agenti di scorta tutti ricoverati nell'ospedale Umberto I di Siracusa.

Il più grave è il capocorda Vincenzo Zerbo, 50 anni. Sottoposto a tac, i sanitari gli hanno riscontrato trauma cranico, trauma toracico con pneumotorace, frattura del femore sinistro ed anche un'emorragia cerebrale. I medici si sono riservati la prognosi. Meno allarmante, anche se pure in questo caso la prognosi è riservata, le condizioni dell'altro agente di scorta, Antonio Grigoli di 41 anni: ha subito una frattura esposta alla caviglia destra ed è stato ricoverato in ortopedia. L'addetto al seguito del Governatore, Giuseppe Comandatore, 52 anni, ha invece riportato una serie di forti contusioni. Le sue condizioni non destano particolare apprensione. In ospedale, dove il presidente della Regione si è voluto fermare tutta la notte per stare accanto ai suoi uomini, è giunto anche il sindaco di Siracusa Giancarlo Garozzo. Alla guida dell'auto finita, per cause che sono ancora al vaglio della polizia stradale di Siracusa, sulla "cuspide" della barriera in cemento che incanala il flusso dei veicoli verso le aree di pagamento del casello c'era Antonio Gricoli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • silvano45

    23 Settembre 2013 - 23:11

    ma è scritto nella costituzione che tutti i gli asini dei nostri politici debbano avere la scorta?

    Report

    Rispondi

  • perfido

    22 Settembre 2013 - 23:11

    di sicuro avrà acceso la ventesima sigaretta in auto senza rendersi conto che il fumo annebbiava la vista all'autista. Mi sembra che avesse giurato, prima delle elezioni Regionali, che se fosse stato eletto avrebbe smesso di fumare. Quando lo dicevano a me di non fumare, rispondevo :"fumo per non farmi fumare". E Crocetta?

    Report

    Rispondi

  • Tobyyy

    22 Settembre 2013 - 22:10

    Se non avesse avuto la scorta tutto ciò non sarebbe accaduto...! Le scorte costano e se le paghino da soli o se le facciano fare dai loro adepti...! I comunisti parlano di crisi però i soldi per le scorte ed i finanziamenti pubblici ai partiti, quelli però ci sono e non fanno parte della crisi....! Che comunisti furbi abbiamo...più furbi che intelligenti !

    Report

    Rispondi

  • vecchiodeluso

    22 Settembre 2013 - 19:07

    volgarmente si direbbe che gli è andata di c...

    Report

    Rispondi

blog