Cerca

Libertà di stampa

Sbattuto in carcere un giornalista di 79 anni condannato per diffamazione

Il pubblicista direttore di "Dibattito News" è anche invalido al 100%

Sbattuto in carcere un giornalista di 79 anni condannato per diffamazione

Sbattuto in galera a 79 anni con una condanna per diffamazione a mezzo stampa nonostante un'invalidità al 100%. E' successo a Francesco Gangemi, direttore del mensile "Dibattito News" che ora dovrà passare i prossimi due anni dietro le sbarre del carcere San Pietro a Reggio Calabria. Pubblicista dal 1983 Gangemi è stato arrestato per la sentenza passata in giudicato che lo riguarda, del 21 novembre 2012 emessa dal tribunale della città etnea. In tutto, però, sono otto le sentenze emesse, dal 2007 al 2012, a carico del direttore del mensile nei tribunali di Reggio Calabria, Cosenza e Catania, in gran parte per il reato di diffamazione. In un solo caso, inoltre, Gangemi che è stato anche sindaco di Reggio Calabria per qualche settimana, è stato condannato per falsa testimonianza. Nel provvedimento di arresto della magistratura etnea è scritto anche che il "condannato" Gangemi "ha omesso di presentare l'istanza per la concessione delle misure alternative alla detenzione nei termini prescritti". Il figlio, giornalista anche lui e direttore di un sito d'informazione on line che, dopo avere definito "grottesco" il provvedimento, ha riferito delle patologie di cui soffre il genitore che, ha aggiunto, si è visto assegnare una "invalidità al 100%.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sebin6

    07 Ottobre 2013 - 20:08

    anch'io combatto per un'ITALIA LIBERA da ladri, delinquenti, razzisti e coglioni di tutti i partiti; TU scegliti la collocazione, tra quelle citate, che preferisci.

    Report

    Rispondi

  • blu521

    07 Ottobre 2013 - 19:07

    Ora mi spiego la commutazione della pena a sallusti. Non era un terrone. Bananas celtico

    Report

    Rispondi

    • colombinitullo

      13 Agosto 2014 - 15:03

      Lui bananas celtico, lei deficiente globale.

      Report

      Rispondi

  • antidoto

    07 Ottobre 2013 - 12:12

    Ma lo sai che dire di essere Milanese oramai non vuol dire un bel niente? Sei sei un vero Milanese, sei una minoranza nella tua stessa terra. I "Savoia" che ti stanno sottraendo la terra sotto i piedi, adesso sono altri. Più o meno "banditi" anche loro...

    Report

    Rispondi

  • antidoto

    07 Ottobre 2013 - 12:12

    La barca sta affondando. Non so se riuscirà a portarti alla tua isola, soprattutto se al timone ci sono degli Schettino. Buon viaggio.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog