Cerca

Toghe storte

Silvio sul letto di morte e quel "fesso" di Alfano. I poster-cult nell'ufficio del pm

Le vignette nello studio di Edoardo De Santis, magistrato di Roma. Come si fa, poi, a credere che faccia il suo lavoro in maniera imparziale

Silvio sul letto di morte e quel "fesso" di Alfano. I poster-cult nell'ufficio del pm

Il pm che affigge nello studio le vignette che sfottono Silvio Berlusconi. Succede nel Palazzo di Giustizia di Roma dove, chi passa dall'anticamera del pm Edoardo De Santis, può vedere in bella mostra su un tavolinetto colmo di faldoni e di atti giudiziari due stampe che prendono di mira il Cav.In una l'ex premier stringe la mano ad Angelino Alfano con la didascalia "Reo con fesso". Nella seconda, un fotomontaggio sull'opera giovanile di Picasso "Scienza e Carità", il Cav è sul letto di morte, con l'avvocato Niccolò Ghedini che gli tiene la mano, una materna Ilda Boccassini (con Renato Brunetta in braccio) che gli porge una tazza, e il ritratto di Craxi alla parete. Ecco, le due immagini appartengono a quella satira che va forte sui social, e che non rappresentano un problema in sè. Ma lo diventano se si incontrano, come dimostra la foto pubblicata oggi da Il Giornale, sul luogo di lavoro di un pubblico ministero. Un pm dovrebbe svolgere il proprio lavoro dimostrando neutralità e assoluta mancanza di pregiudizi, altrimenti è un problema. Quando poi dimostra di essere parziale (e di averne, eccome, di giudizi già formati) sul leader di un partito di governo votato alle ultime politiche da più di 7 milioni di italiani, il pasticcio è ancora maggiore. De Santis (che non ha attività investigative in corso sul Cav) potrà dire, magari, che quelle immagini non le ha attaccate lui alla parete della sua anticamera. Ma certamente, se  da lì non le toglie, non può dire che non gli piacciano.

Votate il sondaggio: secondo voi come dovrebbe essere punito il giudice che ha messo in ufficio i poster anti-Cav?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • peppedrago

    27 Ottobre 2013 - 00:12

    E poi ci meravigliamo se la stragrande maggioranza degli italiani si fida di più di un extracomunitario che dorme per terra senza scarpe alla stazione che di un magistrato. Siamo proprio rovinati! Se c'era ancora qualcuno che non credeva alla congiura contro Papy, ora è fatta, si sono convinti tutti.E il fatto che questo tizio sia PM non ne diminuisce le responsabilità. Il tribunale dovrebbe, e sottolineo DOVREBBE essere un luogo SACRO, dove si dovrebbe e sottolineo DOVREBBE amministrare la "cosa" più alta e sacra del paese, LA GIUSTIZIA..ah ah ah, e in una di quelle stanze si dileggia e si deride un cittadino. Bah, a me il Berla non piace e non è mai piaciuto, ma questa cosa la trovo vergognosa e squallida. Bene, saranno presi provvedimenti contro questo "giocherellone"? Che so, una multa? AH AH AH, si, col cavolo !!! A quelli invece che son contenti della cosa lancio un avvertimento : attenti, un domani, in quella stanza, potrebbe essere appeso un disegno con il vostro faccione....

    Report

    Rispondi

  • milkoshka

    26 Ottobre 2013 - 17:05

    qual e' il problema? un pm che non deve giudicare b. ha il diritto di mettere nel suo ufficio i poster che vuole. ma vi rendete conto che il caimano evasore interdetto e' stato votato da 7,33 milioni di elettori ma e' odiato dagli altri 40 milioni?

    Report

    Rispondi

  • colombinitullo

    25 Ottobre 2013 - 19:07

    e lei sarebbe quello intelligente? non è che pm stia per PIRLA MAJOR?...che squallore avere della gente così,sarebbe da cacciare subito.

    Report

    Rispondi

  • giacomolovecch1

    25 Ottobre 2013 - 13:01

    di inserire le foto di Rosy Bindi e Stefania Pezzopane,per completare la collezione.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog