Cerca

Strano, ma vero

I nomi più bizzarri dei comuni italiani

La rassegna dei Comuni con i nomi più strani: non solo allusioni sessuali...

I nomi più bizzarri dei comuni italiani

Paese che vai, cartello che trovi e risate che ti fai. Sono parecchi in Italia i comuni e le città con nomi davvero originali. Tra questi Paperino (frazione di Prato), Femminacorta in provincia di Pistoia o Purgatorio in provincia di Trapani. I nomi più simpatici sono però quelli che ricordano il sesso. Da Gnocca a Belsedere, quando incontri un cartello stradale di quel tipo non può passare inosservato. E questi cartelli che non possono passare inosservati, in Italia, sono forse più di quelli che vi sareste potuti aspettare (per non parlare dei bizzarri nomi di strade e piazze...)

I nomi più "hot" dei comuni e città italiane
Guarda le foto

Alcuni nomi - In provincia di Perugia troviamo Bastardo, e il fatto più paradossale è che sopra il cartello che stabilisce l'entrata nella frazione umbra, ecco la dicitura che riporta: "Polizia Municipale. Controllo elettronico della velocità". Altra simpatica località è Altolà frazione del comune di San Cesario in provincia di Modena che, più che darti un benvenuto, sembra mettere sul "chi va là" chi guida in macchina. Ci spostiamo in Veneto dove troviamo Gnocca, in provincia di Rovigo, un luogo dove molti vorrebbero andare. Ma se non vi basta, semopre nei pressi di Gnocca troviamo trovare anche “Po di Gnocca”, che abbraccia un piccolo fiume. Si arriva poi ai più classici Sesso e Scopa, rispettivamente in provincia di Reggio Emilia e in provincia di Vercelli in Piemonte. E ancora, Figaccia in provincia di Olbia in Sardegna. A provincia di Lucca invece si può scegliere, e troviamo sia Vagli sopra, che Vagli sotto. Sempre in Lombardia, vicino Sondrio troviamo Trepalle. Infine Sega in provincia di venezia, Orino, in provincia di Varese e Bellano, in provincia di Lecco.  

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cabass

    19 Febbraio 2014 - 17:05

    Avete scordato la superstrada LECCO-MILANO... :-)

    Report

    Rispondi

  • rugantino

    19 Febbraio 2014 - 16:04

    nei pressi di Cascia, c'è una frazione che è tutto un programma: 'Chiavano di Sopra' la parte superiore del paesotto, ed il rispettivo contrario.... 'Chiavano di Sotto' la parte inferiore; - chiaro, sarà solo questione di ... accenti, volevo fermarmi e chiedere agli abitanti come si chiamassero i nativi di quelle frazioni, ma ho preferito rinunciare!

    Report

    Rispondi

  • rugantino

    19 Febbraio 2014 - 16:04

    nei pressi di Cascia, c'è una frazione che è tutto un programma: 'Chiavano di Sopra' la parte superiore del paesotto, ed il rispettivo contrario.... 'Chiavano di Sotto' la parte inferiore; - chiaro, sarà solo questione di ... accenti, volevo fermarmi e chiedere agli abitanti come si chiamassero i nativi di quelle frazioni, ma ho preferito rinunciare!

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    18 Febbraio 2014 - 16:04

    Che dire di Gazzo di Bigarello in provincia di Mantova e il classico itinerario sul lago di Como: parti da Lecco passi per Bellano e arrivi a Chiavenna.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog