Cerca

"La vita umana non è in mano agli scienziati"

Benedetto XVI contro l'uso strumentale della scienza

"La vita umana non è in mano agli scienziati"
La vita umana non è una materia inanimata in mano agli scienziati. Lo ha affermato Benedetto XVI rivolgendosi ai membri della Pontificia Accademia per la Vita, guidati dal presidente del dicastero vaticano, mons. Rino Fisichella. Il Papa ha ribadito che la vita è e deve essere riconosciuta «come soggetto inalienabile di diritto e mai come oggetto sottoposto all'arbitrio del più forte. Conosce un proprio sviluppo e l'orizzonte di investigazione della scienza e della bioetica è aperto», ma gli scienziati non possono «pensare di avere tra le mani solo della materia inanimata e manipolabile».
Libero-news.itLibero-news.it

La vita umana deve essere riconosciuta come soggetto inalienabile di diritto e mai come oggetto sottoposto all'arbitrio del più forte



Ratzinger ha spiegato che «fin dal primo istante la vita dell'uomo è caratterizzata dall'essere vita umana e per questo portatrice sempre, dovunque e nonostante tutto, di dignità propria». Se fosse tutto in mano all’uomo «saremmo sempre alla presenza del pericolo di un uso strumentale della scienza, con l'inevitabile conseguenza di cadere facilmente nell'arbitrio, nella discriminazione e nell'interesse economico del più forte».

Secondo il Pontefice, «senza principi universali che consentono di verificare un denominatore comune per l'intera umanità, il rischio di una deriva relativistica a livello legislativo non è affatto da sottovalutare.
Libero-news.itLibero-news.it

E' pericoloso e deleterio uno Stato che proceda a legiferare su questioni che toccano la persona e la società, pretendendo di essere esso stesso fonte e principio dell'etica

La legge morale naturale, forte del proprio carattere universale, permette di scongiurare tale pericolo e soprattutto offre al legislatore la garanzia per un autentico rispetto sia della persona, sia dell'intero ordine creaturale». Ratzineger ha infine  ricordato che la storia stessa ha mostrato «quanto possa essere pericoloso e deleterio uno Stato che proceda a legiferare su questioni che toccano la persona e la società, pretendendo di essere esso stesso fonte e principio dell'etica».  

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fatti neri

    21 Agosto 2011 - 22:10

    la vita degli uomini del terzo millenni infatti è in mano ai mercati paradossalmente poi comandato da uno stato che opera parecchio diversamente dalla dottrina cioè la Cina.In ogni caso il vaticano ha ottimo ministro delle finanze, basti vedere all'insediamento del papa la moneta coniata con la sua effige del peso di 33 grammi in oro e quanto vale oggi dato che è bene rifugio.Che ce lo potete prestare per una legislatura? Non parliamo dell 8 per mille e le tasse non pagate ai Comuni come da Noi comuni mortali, Craxzi disse che i posteri vi avrebbero condannato.... caspita come passa il tempo

    Report

    Rispondi

  • icemen652

    15 Febbraio 2010 - 15:03

    O forse voleva dire : TUTTI ZITTI IN GINOCCHIO PAGATE L'OBOLO, SOLO NOI SAPPIAMO COME SI FA'. ( ci servono i soldi x fare dei festini tra clericali). Avete perso da tempo il scettro del potere, non camminiamo +, chini al suo cospetto eminenza son passati quei tempi. ve salù eminenza dei mie c.....ni.

    Report

    Rispondi

  • veneziana49

    14 Febbraio 2010 - 19:07

    Ma nemmeno in mano alla Chiesa e al Papa dato che egli non è più "infallibile"! Potrei capire che egli voglia e debba esprimere appena la sua autorevole opinione ma, per favore, eviti di proclamare "dogmi" dei quali poi, qualche suo successore, dovrà chiedere perdono pubblicamente perchè la Chiesa ha commesso, come in passato, madornali errori perchè ha ostacolato gravemente la scienza! Ciascuno al suo posto! Il Papa faccia il Papa dei cattolici e lasci il Governo e gli scienziati liberi di fare il loro lavoro, avendo essi stessi pure una coscienza da salvaguardare! Piuttosto si occupi dell'ipocrisia della sua Chiesa che invece di soccorrere le anime con carità e misericordia, umiltà e povertà come ha insegnato Cristo, fa invece finanza, politica, business e parecchi peccati carnali e morali come ad esempio la pedofilia che essa ha sempre scandalosamente coperto, mai denunciato, provocando nei bimbi o giovanetti violati danni permanenti e chi più ne ha più ne metta, così può bastare.

    Report

    Rispondi

  • spalella

    14 Febbraio 2010 - 14:02

    Meno male ''invece'' che la nostra vita per quanto riguarda cure e prevenzioni è in mano agli scienziati. Se fosse nelle mani dei preti avremmo ancora le epidemie che ci sterminavano nel medioevo, e che venivano combattute con le processioni religiose e la superstizione dei preti. Nulla è perfetto, e certo gli scienziati non offrono garanzie al 100% nelle cure e nell'etica, ma meglio un rischio per colpa di uno scienziato che non il NULLA, E LA SUPERSTIZIONE DA PERTE DI PRETI INUTILI.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog