Cerca

Benedetto XVI rivaluta il paganesimo

La salvezza non è un'esclusiva del popolo eletto

Benedetto XVI rivaluta il paganesimo
Benedetto XVI rivaluta il paganesimo. Durante una lectio divina impartita a circa 300 parroci romani, ricevuti nella Sala delle Benedizioni in Vaticano, il pontefice ricorda che Dio non è esclusiva del popolo “eletto”. Visto spesso in contrapposizione alla storia della salvezza, anche il paganesimo in realtà ha aperto strade che portano a Cristo. Ratzinger ne sottolinea apertamente il ruolo e ne loda i meriti.

Il pagano Melchisedec - Il discorso prende avvio dalla «Lettera agli Ebrei» - probabilmente scritta da un seguace di San Paolo - in cui si cita come esempio di sommo sacerdote, precursore e anticipatore di Gesù, il pagano Melchisedec.
Libero-news.itLibero-news.it

Anche dal paganesimo parte la strada che conduce a Cristo

Il re di Salem (Gerusalemme) è una figura misteriosa dell'Antico testamento, rappresentato nella Genesi come il sacerdote del Dio Altissimo, che porta pane e vino ad Abramo, si affianca al popolo eletto e addirittura benedice il Padre da cui sono derivate le tre religioni monoteistiche (ebraismo, cristianesimo e Islam).


Benedetto XVI
ha osservato che
Melchisedec «è uno dei santi pagani antichi», il cui compito era «adorare il Dio Altissimo e coltivare la giustizia e la pace». Dall'importanza di questa figura pagana deriva la convinzione che «anche dal paganesimo parte la strada che conduce a Cristo» e che «Dio non è solo nella storia del popolo eletto, ma anche nel paganesimo ed anche lì si prepara il messaggio di Dio, la vera ricerca di Dio».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • SlashSupremacy

    19 Ottobre 2010 - 19:07

    A volte mi sento davvero ingenua. Nessun papa mi è mai andato a genio, meno che meno il signore qui riportato. "Il papa rivaluta il paganesimo": mi sono detta -Evvai, avrà capito che non siamo satanisti con i quali cercano sempre di accomunarci; avrà chiesto scusa per i crimini della Chiesa, avrà capito che esiste la libertà religiosa!-. E invece, il paganesimo diventa sì via salvezza, ma unicamente dietro "redenzione". Che schifo. Il paganesimo non è la religione che viene ritratta: innanzitutto è multiforme e certamente sarebbe stupido cercare di dire che siamo tutti uguali. Oggi, il paganesimo è una religione basata sul rispetto (quello vero, non quello falso che delle Chiesa): rispetto della natura, degli omosessuali, delle donne, di tutto. Il cristianesimo è una bella religione, è il modo in cui molta gente la vive ad essere totalmente sbagliato, a partire da quando ha perso potere.

    Report

    Rispondi

  • SlashSupremacy

    19 Ottobre 2010 - 19:07

    I nostri dei non impongono il rispetto? In passato era così, ma noi almeno abbiamo avuto la decenza di evolverci. Non mi pare che voi cristiani siate stati da meno, distruggendo i nostri templi, massacrando quelli che non volevano convertirsi e, ancora oggi, negando i diritti di persone come gli omosessuali. La vostra ipocrisia ha davvero dell'incredibile.

    Report

    Rispondi

  • dubhe2003

    20 Febbraio 2010 - 19:07

    Forse il termine"Paganesimo" non piace al nostro sentire Occidentale,anche perchè ricorda riti orribili di civiltà remote.Dicono benissimo "r2 e libero42".Siamo già nel 13°secolo e viniva ancora rappresentata la Terra,vedi Dante nella D.C.,sotto il profilo geografico-religioso,mancante degli immensi territori già abitati,saputo molto dopo, da decine di migliaia di anni,da soggetti umani,ormai definiti sapiens-sapiens,che si incominciava visa,via a scoprire verso la fine del 15°secolo.A queste grandi comunità non era mai giunto alcun messaggio bibblico-evangelico del "Divenire". Il papa quindi non dice nulla di nuovo; viene scontato che tutti gli uomini vissuti in questo pianeta,prima della conoscenza bibblica-evangelica, possano accedere alla salvezza.

    Report

    Rispondi

  • dariorubes

    20 Febbraio 2010 - 15:03

    La chiesa cattolica sta allargando i suoi orizzonti. Gli indigeni dell' Amazzonia non lo sanno ancora ma presto sentiranno parlare dell'otto per mille.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog