Cerca

Intrigo al Pirellone

Formigoni: "Dimissioni di Nicole? Non so se o quando...". La voce: lascia per un posto a Hollywood

Il governatore in difficoltà sul passo indietro della Minetti. "Ma non sono in imbarazzo, conviviamo con questa situazione dal 2010..."

Roberto Formigoni

Imbarazzo no, incertezze sì, eccome. Roberto Formigoni cerca di minimizzare il caso di Nicole Minetti, la consigliera regionale del Pdl (eletta nel 2010 nel listino bloccato proprio del governatore) che ora il partito (in Lombardia e nei vertici nazionali) vorrebbe far dimettere. Lunedì il governatore faceva il conto alla rovescia delle dimissioni della bella Nicole, che però tiene duro. E infatti, in mattinata, mentre la consigliera faceva il proprio ingresso al Pirellone, Formigoni ha in parte dovuto alzare le braccia: "Non ho informazioni se e quando le darà perciò mi rifaccio a quanto detto da altri". "Non so con chi si sia consigliata ma sono decisioni personali", sottolinea ancora il governatore che esclude una propria consultazione con Silvio Berlusconi. "Evitate di dire che sono imbarazzato - prosegue -. Questa situazione la viviamo dal 2010 ma questo non ci ha   impedito di di continuare a legiferare e lavorare". Si tratta, dunque, di attendere la fine della telenovela. E l'ultima scena, sussurrano fonti vicine al Pdl, potrebbe prevedere l'approdo della Minetti al grande cinema. Quello di Hollywood, perché c'è ricompensa e ricompensa.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • eaman

    18 Luglio 2012 - 00:12

    Tutti che si scaldano a dare pareri sulla Minetti. Ma quella e' una ragazza di 20 anni, nessuno dice niente di questa classe dirigente (da Berlusconi a Formigoni a tutti quelli del PdL che fino a ieri giuravano in parlamento che Ruby fosse la nipote di Mubark e Minetti organizzasse cene eleganti per il premier generoso) che se ne e' approfittata e ora deve scaricarla perche deve rifarsi una verginita' mentre prepara il prossimo listino bloccato. Ed e' sempra la stessa gente con lo stesso Berluconi: Alfano il Riconoscente crede che cambiera' qualcosa col prossimo listino?

    Report

    Rispondi

  • Cosean

    17 Luglio 2012 - 23:11

    Alfano non ha fatto la voce grossa per la Minetti! Anzi ho assistito scompisciandomi ad una adesione balbettante, esitante e poco convinta! Perche? Elencare i motivi Politici per le dimissioni della Minetti significherebbe sputtanare pubblicamente Berlusconi. Questo è il primo caso al mondo che si invita in diretta TV, alle dimissioni di un funzionario pubblico, senza motivazioni Politiche. (Non ti viene da ridere a pensare quanto sarà inc....to un boss mafioso, che invece fa le cose di nascosto perche è reato?)

    Report

    Rispondi

  • iltrota

    17 Luglio 2012 - 23:11

    Cervello in fuga?!

    Report

    Rispondi

  • Peo

    17 Luglio 2012 - 21:09

    Perché se ne dovrebbe andare la Minetti? Sarà stato un errore candidarla (era il momento delle bellone, che si pensava - forse non a torto - che la gente votasse le liste con le scosciate). Ma ora che è lì dove l'hanno voluta e messa a quale titolo le chiedono di sloggiare? Dopo aver fatto una prima figuraccia ne fanno una seconda, da veri babbei. Dimostrando che sulle poltrone si vogliono solo burattini, che come tali devono obbedire quando si tirano i fili. Evidentemente è questa la democrazia di oggi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog