Cerca

Polemiche e strumentalizzazioni

Mussolini, il retroscena su Berlusconi: "stanco" e deluso

Mussolini, il retroscena su Berlusconi: "stanco" e deluso

Non doveva nemmeno esserci, Silvio Berlusconi. Ma al Memoriale della Shoah, ci è voluto andare per forza nonostante la stanchezza e la fatica evidente di una campagna elettorale tirata al massimo. Impegni pressanti, costanti, che non a caso hanno generato l'assopimento durante la cerimonia milanese (guarda il video). Ma secondo lo staff del Cavaliere, ci sarebbe sempre la stanchezza dietro l'uscita (che molti nella sua cerchia hanno considerato "improvvida") su Benito Mussolini. "Ha fatto anche cose buone, la sua peggior colpa sono state le leggi razziali per timore della Germania di Hitler", ha commentato con i cronisti suscitando un vespaio di polemiche, anche strumentali.

Alfano in pressing - Quando nel pomeriggio, da sinistra, piovono critiche sul Cav, è lo stesso Berlusconi a ribellarsi coi suoi: "Il consenso Mussolini ce l'aveva, non vedo dove sia lo scandalo". In sostanza, ha ribadito, "ho detto soltanto quello che pensa la stragrande maggioranza degli italiani". Il problema è che, nonostante l'attività da premier da sempre filo-israeliano, senza sospetti o tentennemanenti, passare da Mussolini all'antisemitismo per la sinistra è stato gioco da ragazzi. E di fronte a queste accuse Berlusconi non ci è stato più. "Troppi antibiotici, era influenzato", spiegano intimi del Cav secondo Francesco Bei di Repubblica. Influenzato o no, di sicuro Berlusconi ha passato un pomeriggio battagliero. Fabrizio Cicchitto e Angelino Alfano sono andati in pressing per fargli fare una "rettifica" ufficiale di quanto dichiarato. Tornato ad Arcore, Silvio si è sfogato con gli amici prima di cedere alle colombe e accettare la parziale correzione ("Il fascismo fu una dittatura").

Dell'Utri e l'illuminazione - Non può mancare però, su Repubblica, l'affondo sul Berlusconi filo-fascista. Tutto sarebbe cambiato, secondo Bei, dal giorno in cui nel 2009 l'amico Marcello Dell'Utri gli fece leggere i Diari segreti del Duce. "Dai Silvio, ascolta cosa scriveva. Sono una miniera", le parole del senatore e bibliofilo siciliano. Sarebbe arrivata lì, secondo Repubblica, l'illuminazione: "E' inutile tentare di governare gli italiani".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gianko

    30 Gennaio 2013 - 20:08

    Vero è stata una vigliaccata, ma i francesi, che nella IIa guerra hanno fatto un po' schifo (e hanno pure avuto l'impudenza di aggregarsi ai veri VINCITORI, RUSSI INGLESI e AMERICANI alla firma del trattato di pace con la Germania.. roba da ridere!) si sono vendicati abbondantemente e VIGLIACCAMENTE con i marocchini stupratori che AVEVANO AVUTO 48 h di libertà assoluta dal loro comandante il generale Jouen (meno male che i tedeschi a Cassinno ne hanno fatti fuori un bel po') .. vogliamo ricordare anche che moltissimi ebrei francesi, che venivano rastrellati dai poliziotti francesi di Vichy e consegnati ai nazi x i lager, SI SALVARONO c/o l'esercito italiano? sino all'8 Settembre, poi furono i ns. soldati a venire rastrellati..e che un fascista convinto G. PERLASCA salvò a rischio della vita + di 5.000 ebrei ungheresi? idem x il commissario di polizia G. Palatucci che a Fiume fece altrettanto e internato poi in un lager ci morì.e pure uno zio del berlusca fece espatriare degli ebrei

    Report

    Rispondi

  • francori2012

    29 Gennaio 2013 - 20:08

    Gli italiani di buon senso ed obbiettivi la pensano come Lui.Ogni occasione è buona per attaccarlo.Sono una chiavica invereconda.Troppo spesso fingono di essere dei"Puttini".Il Cav,che li conosce a memoria,Ogni tanto se lo dimentica. Foriggi

    Report

    Rispondi

  • soleados

    29 Gennaio 2013 - 10:10

    Non posso essere astioso con te, tu meriti solo pena e pieta' cristiana.Dedicati al tuo nuovo lavoro,ovvero quello di pulire i cessi di arcore.Per uno come te sono il massimo della goduria.IDIOTA!

    Report

    Rispondi

  • raucher

    29 Gennaio 2013 - 03:03

    Il suo commento fuori luogo si inserisce tra altri due e non c'entra proprio niente col contesto. I miei rispetti al suo povero zio Felice.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog