Cerca

Occhio alla Casta

Pensioni d'oro ai manager
Il governo ci riprova

Lega Nord all'attacco: l'esecutivo vuole riproporre alla Camera la norma già abrogata al Senato

Sulla norma che consentiva trattamenti previdenziali privilegiati anche ai dirigenti pubblici che con il tetto agli stipendi avevano subito una riduzione delle retribuzioni, una settimana fa il governo era stato battuto a Palazzo Madama
Pensioni d'oro ai manager
Il governo ci riprova

 E’ di nuovo polemica sulle pensioni d’oro per i manager. La Lega attacca l’esecutivo e fa sapere che il governo è pronto a reinserire nel decreto sulle commissioni bancarie all’esame della commissione Finanze della Camera, la contestata norma già abrogata dal Senato. A lanciare l'allarme è stato, in mattinata, il vice capogruppo della Lega Nord alla Camera, Maurizio Fugatti: "Il governo si è presentato in commissione e dicendo che il testo del decreto sulle commissioni bancarie è blindato e quindi non subirà modifiche alla Camera, a meno che la commissione non accetti di reintrodurre quanto abrogato al Senato. E’ una scelta scandalosa, fatta dall’esecutivo per salvare le pensioni d’oro degli alti manager di Stato", ha spiegato l’esponente del Carroccio. Sulla norma che consentiva trattamenti previdenziali privilegiati anche ai dirigenti pubblici che con il tetto agli stipendi avevano subito una riduzione delle retribuzioni, una settimana fa il governo era stato battuto al Senato. Il ministro per i Rapporti col Parlamento, Piero Giarda, ha smentito da parte sua l'intenzione di modificare la norma sulla pensioni d'oro.

roma

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ferr992

    10 Maggio 2012 - 12:12

    Continuazione del commento.Oltre al problema congiunturale,l'Italia ha anche un enorme problema strutturale che consiste nella sua enorme burocrazia e pressione fiscale e la sua economia puo' solo competere con i paesi occidentali ma non ha possibilita' di competere con i paesi emergenti ed e' destinata a perdere ulteriori quote di mercato.Di fatto ed e' la matematica che lo dice siamo gia' in procedura fallimentare,la politica economica di Monti sta' accellerando la Nostra agonia e portera' a fallire senza soldi.Penso che sarebbe stato meglio una svalutazione del Nostro debito e uscita dall'euro che un futuro consolidamento dello stesso debito Avrei voluto spiegare meglio il mio pensiero ma gli spazi a disposizione sono giustamente pochi.PS.Mi dispiace dover dire che ci saranno presto disordini sociali.

    Report

    Rispondi

  • claudio13

    10 Maggio 2012 - 06:06

    lo Stato deve garantire la pensione(e il servizio sanitario) uguale per tutti i cittadini.Se un dirigente la vuole d'oro se la faccia integrativa con le assicurazioni private senza nessun coivolgimento da parte dello Stato

    Report

    Rispondi

  • sfeno

    10 Maggio 2012 - 03:03

    vuol dire che abbiamo dei nemici in casa ed i nemici si trattano da tali

    Report

    Rispondi

  • thorglobal

    09 Maggio 2012 - 23:11

    La banda Bassotti è sempre pronta.Qualcuno riesce a spiegare per quale motivo questi diri=nienti devono avere questi trattamenti super privilegiati?Non hanno tirato fuori un centesimo,niente capitali.Si sono solo destreggiati negli sporchi meandri della politica.Felici e contenti alle spalle dei fessi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog