Cerca

Sinistra nel panico

Rutelli chiede pietà ai giornali
"Io calunniato, è Lusi il criminale"

L'ex leader della Margherita, dopo Il Giornale, scrive anche al Corriere: "Basta sospetti su di me"

Rutelli chiede pietà ai giornali
"Io calunniato, è Lusi il criminale"

L'ex leader della Margherita Francesco Rutelli ri-prende carta e penna. E dopo aver scritto a Il giornale, fa il bis sul Corriere di oggi. Dove replica ad alcuni articoli apparsi sul quotidiano di via Solferino a proposito dei suoi rapporti con l'ex tesoriere Luigi Lusi. Il panico di Rutelli è palpabile, ora che il suo ex braccio destro economico è in carcere e ne sta dicendo di ogni su di lui e sulla Margherita, vere o false che siano accuse e attribuzioni di responsabilità di quello che, anche sul Corriere, Rutelli definisce "un ladro reo confesso, traditore della fiducia di un intero partito e calunniatore". Insomma, persona "da non prendere sul serio", come invece buona parte della stampa sembra fare in questi giorni. Rutelli sarà pure "immacolato", come pretende di essere definito. Ma una cosa resta per tutti incredibile: come, lui e i suoi, possano non essersi resi conto della mega-frode che Lusi stava mettendo a segno ai loro danni. Insomma, vien da chiedersi: Rutelli ci è o ci fa? E questa è la peggior domanda che gli elettori possono porsi su un uomo politico.

roma

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cerbiatta

    27 Giugno 2012 - 19:07

    ..ha proprio ragione! Diamo troppo spazio alle loro lamentele. Se sono immacolati come dicono, che bisogno hanno di ribadire la loro innocenza attraverso i media? L'opinione pubblica ha un quadro abbastanza chiaro della situazione. Non servono proclami di non colpevolezza e accuse generiche, bastano i fatti. Rutelli lasci lavorare serenamente gli inquirenti, è loro il compito di dirci, prove alla mano, chi è colpevole e chi no.

    Report

    Rispondi

  • cerbiatta

    27 Giugno 2012 - 18:06

    ..ha proprio ragione! Diamo troppo spazio alle loro lamentele. Se sono immacolati come dicono, che bisogno hanno di ribadire la loro innocenza attraverso i media? L'opinione pubblica ha già un quadro chiaro della situazione; non servono proclami di innocenza o accuse generiche, bastano i fatti...Rutelli lasci lavorare serenamente gli inquirenti, è compito loro, prove alla mano, dirci chi è innocente e chi no.

    Report

    Rispondi

  • bepper

    27 Giugno 2012 - 18:06

    E' l'ultima moda dei politici, tra essere considerati furbi e ladri, preferiscono invece apparire citrulli e rincoglioniti. Non cambia invece l'arroganza. Anzicché espatriare per la vergogna impongono la loro presenza su tutti i media, che purtroppo li assecondano. Se Libero promuovesse, insieme agli altri giornali, la loro damnatio memoriae?

    Report

    Rispondi

  • blackbird

    27 Giugno 2012 - 17:05

    rutelli, fini, d'alema, fassino, penati, bersani ecc. hanno fiducia nella giustizia! E CI CREDO! Come dice un proverbio: un bravo avvocato conosce bene la legge, uno bravissimo conosce la giustizia!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog