Cerca

Lazio nella bufera

Berlusconi, ricetta anti-corruzione: "Abrogare il finanziamento ai partiti

Nota ufficiale del fondatore del Pdl: "La politica italiana rischia di morire nel discredito per comportamenti individuali intollerabili. Ma nel Lazio sono stati tutti corresponsabili, maggioranza e opposizione"
Berlusconi, ricetta anti-corruzione: "Abrogare il finanziamento ai partiti

"Bisogna abrogare il sistema di finanziamento di gruppi e partiti così come l’abbiamo conosciuto". E' la ricetta anti-corruzione di Silvio Berlusconi, che dopo l'intervista all'Huffington Post Italia torna ad affrontare la questione dello scandalo Lazio che ha portato alle dimissioni della governatrice Renata Polverini. Il tema, come ormai è chiaro, non è più regionale ma nazionale: "Le finanze pubbliche regionali e locali - ha spiegato il fondatore del Pdl in una nota ufficiale - devono subire un esame senza indulgenze, e si deve procedere all’abrogazione di ogni erogazione impropria e alla messa in opera di controlli indipendenti che nessuna norma legislativa a tutela dell’indipendenza delle istituzioni può ostacolare".

"Nel Lazio tutti responsabili" - Il Cav però non ci sta a scaricare sul Pdl tutte del colpe del Laziogate: "La presidente Polverini si è assunta personalmente responsabilità che sono di sistema e riguardano tutte le classi dirigenti in ogni partito. Un gesto libero e di consapevolezza morale. Ora è necessario intervenire con estrema decisione, con coraggio e severità: la politica in Italia rischia di morire nel discredito in conseguenza di comportamenti collettivi e individuali intollerabili al senso comune e alla coscienza pubblica. Nessuno può chiamarsi fuori. Tutti i gruppi nel Consiglio regionale del Lazio - conclude Berlusconi - erano corresponsabili: maggioranza e opposizione". 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    28 Settembre 2012 - 09:09

    Non so... forse li indurrebbe a imbrogliare di piu'. E' sufficiente votare, contro mazzetta, un progetto piuttosto che un altro. L'onestà é altro, vero Silvio? Occorre sorvegliare: é il minimo prezzo chiesto ad uno chiamato a servire i cittadini. Invece, dalli al Magistrato, addosso alle intercettazioni, forza con il taglio del falso in bilancio, viva gli avvocati furbacchioni ecc.. Così si va indietro.

    Report

    Rispondi

  • alfredido1

    28 Settembre 2012 - 08:08

    ha ragione il berlusca ;l'unica possibilità per evitare che i nostri governanti rubino è non dare ai Partiti finanziamenti. Perchè ,è noto, i nostri parlamentari "cianno un gran bisogno de sordi" e non sanno resistere alle tentazioni.

    Report

    Rispondi

  • giancarlop

    27 Settembre 2012 - 16:04

    Credo che sia l'unico che lo farebbe veramente ma sinora non è stato capace. Ditemene un'altro che lo farebbe o che lo ha mai detto.....

    Report

    Rispondi

  • INCAZZATONERO69

    27 Settembre 2012 - 11:11

    Caro guidoboc,da un algoritmo fatto su novella2000, e venuto fuori che, i due sopracitati, messi insieme non fanno un mezz'uomo.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog