Cerca

Sul blog

Grillo: "E ora ci andiamo a prendere Roma"

Beppe Grillo

Beppe Grillo

 

Nel giorno del boom del Movimento 5 Stelle in Sicilia, Beppe Grillo guarda avanti, alle prossime elezioni politiche 2013, e detta le regole per non sbagliare. "Signori - scrive sul suo blog - stiamo per affrontare qualche cosa di straordinario, delle elezioni in Parlamento, un Movimento, elezioni via web, non è mai stato fatto nulla di così straordinario. Facciamo quello che possiamo, le regole sono molte, poi stanno molto attenti se sbagliamo, bisogna non sbagliare nulla".

Le regole - Il comico ligure, poi, detta le regole per la scalata a Palazzo Chigi. "Quindi queste elezioni ci saranno e potranno votare tutti i nostri iscritti - scrive Grillo - che ovviamente sono quelli che hanno dato la documentazione, mandato la carta di identità, le solite cose che abbiamo chiesto, anche per garantire un pò chi entra, sennò ti entra Toto u curtu e poi ce lo hai tutta la vita dentro, Toto u curtu". "Chi può essere eletto? Chiunque abbia già fatto una lista, perchè più o meno le liste le abbiamo in tutta Italia, quindi per premiare quelli che sono stati con noi per 5 anni, che hanno combattuto sul territorio, che poi non sono stati eletti e si sono candidati. Quindi - prosegue il leader del Movimento - chiunque sia stato iscritto a una lista comunale o regionale può candidarsi. Ringrazio anche i 60 delegati che si sono offerti di fare questo compito di portare poi le liste in tribunale, abbiamo bisogno di personale lì sul luogo, nelle circoscrizioni. Non si può candidare uno scelto in una circoscrizione che vive in un posto e si fa eleggere da un’altra parte, come succede nella politica normale, noi siamo qualche cosa di diverso. Quelli che vivono all’estero, gli italiani, è un’altra popolazione che c'è, che ci sta seguendo per la Sicilia, ci ha seguito, potranno iscriversi, mi raccomando di mandare un documento, l’iscrizione non costa niente, basta mandare i dati, ci stiamo organizzando".

"Il mio ruolo di garante" - "Tutte queste cose - sottolinea ancora Grillo sul suo blog - dovremmo metterle a punto anche insieme, io devo essere il capo politico di un movimento, però io voglio solo dirvi che il mio ruolo è quello di garante, di essere a garanzia di controllare, vedere chi entra, dobbiamo avere soglie di attenzione molto alte. Chi entrerà in Parlamento si toglierà questo nomignolo ormai deleterio di onorevole: macchè onorevole! Niente onorevole, sarà Cittadino del MoVimento 5 Stelle, il leader sarà il MoVimento, il leader vero".   "Terremo sempre un piede fuori dal Parlamento - ammonisce - quindi con i nostri rimborsi, con i nostri stipendi, che non dovranno superare un certo limite, con tutte le cose fatturate, messe online. Quelli di fuori controlleranno quelli dentro e quelli dentro saranno a disposizione di quelli fuori, cioè i cittadini fuori potranno esporre una loro legge e proposta che verrà messa dentro attraverso i parlamentari e discussa in Parlamento. Fare entrare nella Costituzione per esempio il fatto del referendum propositivo senza quorum, dell’obbligatorietà del Parlamento di discutere le leggi popolari di inserire dentro la Costituzione la legge elettorale del voto di preferenza, non si possono cambiare le leggi elettorali durante le elezioni".   "Sarà un cambiamento epocale - conclude - duro, sbaglieremo, sbaglierò, mi accuserete di qualsiasi cosa, non lo so. Io credo che dovremmo affrontare insieme una grande cosa che stiamo facendo, ce ne renderemo conto tra qualche anno, quindi dateci una mano piuttosto che martellarci, a me e a Casaleggio, di darci delle martellate in testa, dateci consigli, una mano, abbiamo bisogno tutti uno dell’altro. Grazie" conclude Grillo.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ludvig53

    31 Ottobre 2012 - 09:09

    giusti privilegi sudati e meritati dopo anni di duro lavoro ? SCOMMETTO CHE SEI QUELLO CHE HANNO IMMORTALATO MENTRE DORME SUL BANCO DI MONTECITORIO E POI SI è SPOSTATO SUL DIVANO DEI CORRIDOI !!! BISOGNEREBBE RIPRISTINARE LA SEDIA ELETTRICA !

    Report

    Rispondi

  • oggettivo

    29 Ottobre 2012 - 23:11

    Ma quali soldi? ci beviamo il fiaschetto da soli alle 21:00? proprio una grande idea per un comico a metà di una bella e ricca carriera mollare lo spettacolo facile, e spararsi migliaia di meeting tra la gente, a farsi il mazzo in tutta Italia e oltre, a farsi sputare addosso quotidianamente dalla gran parte dei media.. e mi spiegate con cosa fa i soldi? con i libri? e che male c'è? Ciò che ci scrive dentro non basta come motivo per fare politica? è come dire che Gesù si è fatto crocifiggere solo per fare soldi con i libri! Non hai capito neanche l'inizio del cavolo... tutti sporchi e delinquenti, proprio una mentalità italiana (con qualche eccezzione). Saluti

    Report

    Rispondi

  • evasore75

    29 Ottobre 2012 - 22:10

    Grillo non vai da nessuna parte, io lavoro da anni con la politica e non sarai certo tu con i tuoi 4 gatti internauti a smontare i nostri GIUSTI privilegi che ci siamo conquistati, sudati e meritati sul campo dopo anni e anni di durissimo lavoro in Parlamento. Grillo è il nemico, ma tanto non andrà da nessuna parte, non ci vorrà nulla a portare i suoi uomini dalla nostra parte una volta eletti, basterà garantirgli un posto fisso in Parlamento, e vedi come scapperanno tutti! E' giusto che la gente lo sappia e dia un voto utile, a destra e sinistra non importa, ma basta che non lo dia a Grillo, che tanto non serve a nulla

    Report

    Rispondi

  • astor1223

    29 Ottobre 2012 - 22:10

    Io non sono per Grillo ma spero che al prossimo appuntamento elettorale sia un trionfo! Speriamo che almeno lui faccia pagare l'IMU alla Chiesa!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog