Cerca

Botta e risposta sulle politiche

Monti sfida Napolitano:
"Candidarmi? Scelta solo mia"

Il premier a Fabio Fazio: "Per il mio futuro in politica rifletterò su tutte le possibilità, nessuna esclusa". La scorsa settimana il capo dello Stato aveva detto che il Prof "non è candidabile, perchè già senatore a vita" e che "una lista ispirata a lui "non avrebbe senso"
Monti sfida Napolitano:
"Candidarmi? Scelta solo mia"

Mario Monti in "panchina" non ci vuole stare. E ieri, intervistato da Fabio Fazio a "Che tempo che fa?", non le ha mandate certo a dire, al Capo dello Stato. Il quale la scorsa settimana aveva detto che il premier "non è candidabile perchè è già senatore a vita" (falso), che "una lista ispirata a Monti non avrebbe senso" e che "i partiti potranno guardare a lui solo in una fase successiva al voto". Cioè: Monti faccia la "riserva" della Repubblica. Ma il Prof si guarda bene dal farlo. E a Fazio dice che quello che sarà il suo futuro politico sarà una scelta "inevitabilmente mia". Ripetendo poi un'altra volta quel termine "mia" nel corso dell'intervista. Le sue scelte, "nessuna esclusa", saranno fatte in totale autonomia. E ancora: "Ritengo di poter dare un contributo a un Italia europea". Quel che serve, prosegue, è superare "le resistenze corporative che eistono a sinistra, a destra e persino nel centro". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • TheUndertaker

    26 Novembre 2012 - 14:02

    Posta per Voi all'indirizzo: http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/1126678/Tutta-la-rabbia-del-Cavaliere----Faccio-ancora-paura-.html

    Report

    Rispondi

  • D.P.F.

    26 Novembre 2012 - 12:12

    Io non mi ricandido, finita la legislatura finisce il mio intervento. Potrei ricandidarmi se... Io sono disponibile a .. Domanda: ma perché non va al diavolo, nelle sue ville, a godersi le sue pensioni, a rimuginare su quanto fatto quando al governo nella speranza che, almeno fuori tempo massimo, arrivi a capire quanto la sua ottusità di vedute abbiano nociuto ai cittadini. Se poi dovesse addirittura salire il colle alto, allora vorrebbe dire che la casta politica, già in stato di accusa per le elezioni di Scalfaro e Napolitano, abdicherebbero totalmente a dare all'Italia un rappresentante ufficiale presentabile al cospetto del mondo ed in grado di discutere con pari dignità assieme agli altri capi di stato. Per questo si rende indispensabile una riforma costituzionale con l'elezione diretta del PdCdM e del PdR, auspicando che le due cariche siano riunite in una sola. Egregio prof, lei che sbandiera la parola risparmi, non sarebbe questa un'ottima scelta ?

    Report

    Rispondi

  • marco1927

    26 Novembre 2012 - 10:10

    Un nazista omosessuale represso....a me sembra questo! non credo troverà consenso, anzi.... farebbe bene a chiedere scusa e scomparire.

    Report

    Rispondi

  • maxgarbo

    26 Novembre 2012 - 10:10

    come nuovo Napolitano!

    Report

    Rispondi

blog