Cerca

Il loden eterno

Monti difende i suoi disastri:
"Per favore non toccatemi l'Imu"

Nessuno tocchi l'Imu. Il Prof attacca Berlusconi e difende una delle tasse più odiate dagli italiani
Mario Monti

Il premier Monti

Il Prof alla fine rifiuta l'appello all'imparzialità che da più parti aveva ricevuto e fa un comizio politico in piena regola, davanti ai giornalisti nella conferenza stampa di fine anno. E il suo comizio è in sostanza un attcco frontale, a muso duro, contro Berlusconi. Il Cav è sul banco degli imputati. Le accuse sono due: la promessa dell'abolizione dell'Imu e la sua volontà di voler rinegoziare i patti che l'italia ha con Bruxelles. Apriti cielo. Il giudice Monti ha già deciso. E nella sua conferenza, col suo stile distaccato schiaffeggia Berlusconi. Su questi punti è chiaro: "Se n'è parlato molto, non per nostra iniziativa. E' uno schema logico di politiche da fare nei prossimi anno o da contrastare. Per fortuna così il dialogo politico si è spostato sui contenuti e non su schieramenti e leadership. Sarà presto sul web su un sito apposito l'agenda per un impegno comune, un documento programmatico per non dissipare il lavoro svolto. Due esempi negativi che rischiano di farci perdere quanto guadagnato con tanti sacrifici? Dire no all'Europa, invece di migliorarla. Il nostro protagonismo non deriva dal battere i pugni, perché ci si può far male. E nemmeno dalle battute, perché alla pacca sulla spalla deriva il risolino e la minore presa in considerazione. L'altro rischio di perdere tutto deriva dalla promessa di togliere l'Imu, perché se si toglie ora tornerà doppia poi". Con queste parole il Prof si toglie il loden e picchia duro. In pratica l'Imu è sacra e non bisogna toccarla. L'Europa pure. "A livello europeo si possono contestare alcune scelte, ma è necessario seguire le linee guida. Ci sono e vanno rispettate a tutti i costi". Insomma Monti vuole ancora un'Italia ciecamente devota a Bruxelles. L'Italia in Europa è l'asse della politica nel futuro. Non c'è in questo destra o sinistra". Il Prof avvisa Berlusconi. Con un comizio distrugge il programma del Pdl. Bisogna capire se gli italiani hanno voglia di pagare ancora le tasse del Prof. A naso la risposta è no.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Gae54

    26 Dicembre 2012 - 17:05

    Ti aspettavamo da 2012 anni .sei arrivato tu per dare la spallata finale all'Italia salvando solo la casta politica e finanziaria ,vergognati s'è c'è' un dio ti punirà'.ti conviene andare via .vai in una nazione dove non c'è l'est radiazione.e'l'unica tua salvezza ,portati gli abusiivi che hai fatto ministri.sei stato li al comando piu'di un anno non hai risolto niente.vergogna sei diventato anche tu uno della casta.

    Report

    Rispondi

  • giancgazz

    25 Dicembre 2012 - 14:02

    Ha fatto solo disastri,roba da nascondersi e non farsi più vedere in giro ed invece è osannoto da tutti i prostrati della televisione e dei giornali. Uno schifo senza fine,tanto agli italiani basta il calcio,si il calcio in culo e son contenti.

    Report

    Rispondi

  • maxgarbo

    24 Dicembre 2012 - 09:09

    ha il coraggio di elencare i distarti combinati in 13 Il regalo di Natale è stata la tassa sui conti bancari, i piccoli investimenti. Ah, in 13 mesi non ha avuto tempo di tagliare i costi della politica, ora nell'agenda mette in calendario i tagli alla casta, la diminuzione delle tasse. Ma per piacere, siamo mica degli allocchi!

    Report

    Rispondi

  • Libero Di Rino (LDR)

    23 Dicembre 2012 - 21:09

    ho sempre criticato il centrodestra per aver appoggiato l'ex Governo di matti, ma la sinistra continuano a preferire l'operato dei professori e dei banchieri.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog