Cerca

Pdl a muso duro

Alfano strappa l'agenda del Prof:
"Dopo le sue parole, con noi ha chiuso"

Il segretario risponde subito al premier che ha attaccato Berlusconi urante la sua conferenza stampa
Angelino Alfano

Angelino Alfano

La conferenza stampa di Mario Monti ha creato un terremoto nel mondo politico italiano. Il Prof oggi ha buttato giù le carte. Ha chiarito, a modo suo, con fare da oracolo, cosa vuole fare. In pratica lui ha un'agenda a disposizione del mondo politico. Chiunque raccolga il suo programma può indicarlo come premier. Anche se il Prof vuole ancora prendere tempo con gli "è possibile","valuteremo", "vedremo", ormai il sasso l'ha lanciato. E dopo le parole dure del Prof nei confronti del Pdl, il segretario Angelino Alfano ha voluto chiarire la posizione del partito. La replica è secca: "Con Mario Monti, dopo le parole di oggi, è preclusa ogni ipotesi di collaborazione. Si è candidato a collaborare con la sinistra e lo ha fatto con un dire ambiguo, da vecchio politico". Insomma il Pdl sbatte la porta in faccia al premier. "E' particolarmente affezionato all’Imu, ma io ribadisco che il nostro primo impegno sarà  quello di togliere l’Imu sulla prima casa", precisa Alfano. 

Monti incassa il colpo di Alfano - Il Prof resta l'unico a sostenere l'imposta sulla prima casa che ovviamente è anche nell'agenda Monti. E il Prof apprese le parole del segretario incassa e risponde: "Sono esattamente queste le reazioni che è interessante avere, positive e negative". Il presidente del Consiglio dimissionario rileva anzi che "per il Pdl questo è particolarmente interessante, al di là degli atteggiamenti o toni, perchè in questa agenda espongo posizioni note da anni sul mio pensiero e sull'azione di questo anno di governo e può darsi benissimo che non ci sia nessuna possibilità collaborazione, su questo nessuno è miglior giudice dell’onorevole Alfano". Resta il fatto che insieme alla "chiarezza" così prodotta, "quando ho avuto l’onore dall’onorevole Berlusconi di vedermi proposta la guida di moderati, nei colloqui con lui e con il segretario Alfano avevo fatto presente che la mia visione di politica economica era questa. Per prendere la guida di un movimento - sottolinea allora Monti - bisogna essere d’accordo su idee". E l'accordo dunque non c'è stato. Il veleno del Prof, invece, quello resta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • frank-rm

    27 Dicembre 2012 - 08:08

    Tranquillo Angelino che tu hai chiuso con la politica. Hai fatto delle figure di merda!!!

    Report

    Rispondi

  • gilucas

    26 Dicembre 2012 - 16:04

    Ringrazio Libero di cuore perchè ultimamente pubblica foto di Alfano con espressioni del viso che lo rappresentano in tutto il suo spessore. L'articolo, a questo punto, divenata anche superfluo.

    Report

    Rispondi

  • eziogius

    26 Dicembre 2012 - 16:04

    ma perchè c'è un politgico che ripete il giorno dopo quello che il suo padrone ha detto il giorno prima? forse gli manca il ministero della giustizia, dove ha dato il meglio di sè come ex dc

    Report

    Rispondi

  • Ste75

    26 Dicembre 2012 - 14:02

    Ma Alfano non è un leader, la smettesse. E' solo una pedina mossa in malo modo, buttato in pasto ai media e agli avversari, sacrificato in nome delle manie di chi non vuole arrendersi alla vecchiaia e alla giustizia! Si faccia un favore, "Onorevole" Alfano, si ritiri a vita privata, sarebbe, a mio modesto avviso, un buon cittadino. La politica è per le persone determinate e lei ha dimostrato di non esserlo, di questo mi spiace, per lei e per il centro destra, che fino ad un mese fa, ascoltando i suoi intenti, pareva essere una valida alternativa. Invece solo una grande delusione. Non mi rappresenta affatto la "follia" del Cav. tanto decantata da Giuliano Ferrara, lei sì che è un moderato, ma, purtroppo non ha la stoffa...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog