Cerca

Di Filippo Facci

Il pifferaio Monti fa male alla democrazia

Voteremo inutilmente dei partiti che dovranno poi eleggere il Professore e seguire la sua agenda

Il pifferaio Monti fa male alla democrazia

 

di Filippo Facci

"C’era una democrazia parlamentare, in Italia, e c’erano dei partiti che esponevano un programma e chiedevano il voto: dopodiché, in base agli esiti e quindi al voto, formalizzavano un premier  indicato direttamente o indirettamente dagli italiani. Mancando l’elezione diretta del premier, il nome nel simbolo o i partiti carismatici ovviavano al problema. Bene: tutto questo, assieme al bipolarismo, ora viene ritenuto superato e da scompaginare". Filippo Facci su Libero analizza l'attuale situazione politica italiana: "abbiamo un premier in pectore (mai eletto in vita sua) che sta mandando avanti i partiti, i quali - indipendentemente dai voti che otterranno, soprattutto dal Paese che sonderanno - potranno aderire o non aderire a un’agenda programmata in precedenza, senza l’ausilio di un contributo democratico anche minimo". Con il risultato che gli italiani possono sì votare i partiti che desiderano ma poi gli stessi partiti devono nominare Monti dopo le elezioni. Cosa che ha ben poco a che fare con il concetto di democrazia.

Leggi l'articolo completo su Libero in edicola oggi giovedì 27 novembre

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • micael44

    27 Dicembre 2012 - 16:04

    Egregio, proprio per rompere il patto Napolitano/Monti Berlusconi provò ad arruolarlo!! Ed ora le faccio una domanda: secondo lei se Monti avesse "abboccato" chi avrebbe tenuto le redini Monti o Berlusconi? Purtroppo la cosa non è andata a buon fine come, invece, andrà il patto scellerato! Spero che lei si sia accorto che la tanto decantata ed intoccabile Costituzione i sigg.Napolitano e Monti la stanno allegramente prendendo "in giro"! Crede o no che il piano napoletanesco sia stato concepito con l'immediata nomina a senatore a vita di Monti, ancor prima di affidargli il governo cosiddetto tecnico, che di tecnico ha ben poco? Il destino del professore è stato tracciato più di 13 mesi fa' dall'esimio Presidente della Repubblica che lo ha bellamente imposto al Paese e gli ha prefissato, a scelta, due obiettivi: capo del governo "eletto", con il sistema egregiamente esposto da Filippo Facci oppure, male che vada, la salita al Quirinale,dal quale, comunque,"dirigerà" il "Capo" Bersani!!!

    Report

    Rispondi

  • lui976

    27 Dicembre 2012 - 15:03

    Quando B. voleva Monti a guida dei moderati, non era un pifferaio?

    Report

    Rispondi

  • stefanopiero

    27 Dicembre 2012 - 15:03

    ...ha trovato il suo Prodi.

    Report

    Rispondi

  • Logmain

    27 Dicembre 2012 - 14:02

    La realtà è peggiore: Berlusconi è un leader inguardabile, il PD è un partito nullo anch'esso inguardabile, il PDL non è un partito, Di Pietro e Grillo sono a dir poco osceni ... una destra seria italiana non esiste e neanche una sinistra. Monti ha gioco facilissimo ... purtroppo.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog