Cerca

Di Filippo Facci

Il pifferaio Monti fa male alla democrazia

Voteremo inutilmente dei partiti che dovranno poi eleggere il Professore e seguire la sua agenda

6
Il pifferaio Monti fa male alla democrazia

 

di Filippo Facci

"C’era una democrazia parlamentare, in Italia, e c’erano dei partiti che esponevano un programma e chiedevano il voto: dopodiché, in base agli esiti e quindi al voto, formalizzavano un premier  indicato direttamente o indirettamente dagli italiani. Mancando l’elezione diretta del premier, il nome nel simbolo o i partiti carismatici ovviavano al problema. Bene: tutto questo, assieme al bipolarismo, ora viene ritenuto superato e da scompaginare". Filippo Facci su Libero analizza l'attuale situazione politica italiana: "abbiamo un premier in pectore (mai eletto in vita sua) che sta mandando avanti i partiti, i quali - indipendentemente dai voti che otterranno, soprattutto dal Paese che sonderanno - potranno aderire o non aderire a un’agenda programmata in precedenza, senza l’ausilio di un contributo democratico anche minimo". Con il risultato che gli italiani possono sì votare i partiti che desiderano ma poi gli stessi partiti devono nominare Monti dopo le elezioni. Cosa che ha ben poco a che fare con il concetto di democrazia.

Leggi l'articolo completo su Libero in edicola oggi giovedì 27 novembre

 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • micael44

    27 Dicembre 2012 - 16:04

    Egregio, proprio per rompere il patto Napolitano/Monti Berlusconi provò ad arruolarlo!! Ed ora le faccio una domanda: secondo lei se Monti avesse "abboccato" chi avrebbe tenuto le redini Monti o Berlusconi? Purtroppo la cosa non è andata a buon fine come, invece, andrà il patto scellerato! Spero che lei si sia accorto che la tanto decantata ed intoccabile Costituzione i sigg.Napolitano e Monti la stanno allegramente prendendo "in giro"! Crede o no che il piano napoletanesco sia stato concepito con l'immediata nomina a senatore a vita di Monti, ancor prima di affidargli il governo cosiddetto tecnico, che di tecnico ha ben poco? Il destino del professore è stato tracciato più di 13 mesi fa' dall'esimio Presidente della Repubblica che lo ha bellamente imposto al Paese e gli ha prefissato, a scelta, due obiettivi: capo del governo "eletto", con il sistema egregiamente esposto da Filippo Facci oppure, male che vada, la salita al Quirinale,dal quale, comunque,"dirigerà" il "Capo" Bersani!!!

    Report

    Rispondi

  • luiproprio

    27 Dicembre 2012 - 15:03

    Quando B. voleva Monti a guida dei moderati, non era un pifferaio?

    Report

    Rispondi

  • stefanopiero

    27 Dicembre 2012 - 15:03

    ...ha trovato il suo Prodi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media