Cerca

la lettera scarlatta

I fuoriusciti del Pdl scrivono al Prof:
"Caro Monti, per favore prendici con te"

Un messaggio per convincere Monti a prenderli in lista. Disperati ci provano. Ora sono fuori dal Pdl e non sanno cosa fare per trovare una poltrona

Rinnegano il passato e il governo Berlusconi che hanno però sostenuto. L'ultima mossa di chi ha paura di restare fuori
I fuoriusciti del Pdl scrivono al Prof:
"Caro Monti, per favore prendici con te"

I fuoriusciti del Pdl ora piangono miseria. Rinnegano i vecchi amici con i quali sono entrati in parlamento e con una illuminazione sulla via di Montecitorio vedono misticamente Monti. Si inginocchiano e chiedono posto. Un qualunque posto purchè vengano candidati. E' questo in sostanza il messaggio rivolto al Professor Monti con una lunghissima lettera che in pratica è una richiesta ufficiale pe run posto in lista. La lettera ha dieci firmatari e sono i deputati di Italia Libera. Isabella Bertolini, Giorgio Stracquadanio, Gaetano Pecorella, Franco Stradella, Roberto Tortoli, Fabio Gava, Giustina Destro, Roberto Antonione, Angelo Santori, Luciano Sardelli. Questi i nomi dei mittenti. Nella lettera si fanmno due cose. La prima è prendere le distanze dal governo Berlusconi che loro stessi, con i loro voti hanno sostenuto. Poi si getta discredito sull'operato del Cav per sedurre il Professore. "Egregio Senatore Monti, ...abbiamo denunciato sin dall'agosto 2011 il fallimento del governo Berlusconi-Tremonti e il mancato rispetto del programma di riforme votato dagli italiani. Siamo stati determinanti nel costringere un riottoso Pdl a sostenere il Suo governo. Urge smascherare la campagna di falsificazioni che Berlusconi, Brunetta, Alfano, Tremonti e Maroni stanno conducendo sui risultati del Suo governo. Urge spiegare agli italiani che la responsabilità di aver portato l'Italia in recessione spetta al governo In cui tutti quei signori rivestivano responsabilità di primissimo piano. E che, con i provvedimenti dell'estate 2011, ha introdotto maggiori tasse per oltre 100 miliardi di euro in un triennio, quasi il doppio del gettito Imu nello stesso periodo. Una stangata fiscale frutto dell'incapacità di realizzare riforme. Queste sono le quattro ragioni della nostra adesione alla Sua agenda e il contributo che siamo pronti ad offrire". Prendici con te Prof non ci abbandonare. Cosa non si fa per avere una poltrona.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sconosciuto

    04 Gennaio 2013 - 14:02

    E gli ideali dove li mettiamo!! Perche' non uscivano quando il capo come dice lei comprava i parlamentari per tenerli ancora attaccati alla poltrona?

    Report

    Rispondi

  • ugo49

    02 Gennaio 2013 - 11:11

    la cosa più deplorevole fatta dal cavaliere è quella di aver portato in parlamento questi ignobili figuri che senza dignità mendicano adesso un posto in parlamento, ricordo Pecorella che onorava la scranno parlamentare preparando tesi difensive del cavaliere, ricordo quel giornalista straquadanio che difendeva Berlusconi anche a costo di apparire ridicolo pur di farsi bello agli occhi del cavaliere quando questi era saldamente al potere: gli altri brillano per la loro oscura attività parlamentare comunque molto bene remunerata dalle nostre tasse. Sciacalli!!

    Report

    Rispondi

  • wilegio

    wilegio

    02 Gennaio 2013 - 10:10

    Ma questi topi di fogna mi fanno letteralmente schifo! Questi Giuda della politica, pronti a rinnegare tutto, pronti a tradire chi li ha portati dove, senza merito alcuno, stanno adesso, sono un cancro da estirpare dal parlamento e dalla società intera. spero proprio che monti abbia la dignità e la coscienza di respingere la lettera ai mittenti e di non prenderli con sè: questi sono ancor peggio di casini e fini... e ce ne vuole!

    Report

    Rispondi

  • curupira

    02 Gennaio 2013 - 10:10

    Tradire, tradimento, traditori...che paroloni direbbe Formigoni-Crozza...ma non sarebbe più semplice usare il cervello e iniziare finalmente riflettere sulla fine di un uomo e di un epoca? Lui poi ne ha comprati a decine di parlamentari...quelli non sono traditori? Chi di spada ferisce di spada perisce. Buon 2013

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog