Cerca

Campagna al veleno

Vendola ha paura di Monti:
"Sei un massone e i ricchi vadano all'inferno"

Il leader di Sel è preoccupato. Il Prof gli porterà via Bersani. E lui lo attacca con tutte le forze e vuole più tasse per i Paperoni come in Francia

Una guerra senza quartiere tra Nichi e il Prof. Un attacco al giorno per rompere l'asse Bersani-Monti
Nichi Vendola

Nichi Vendola

 

Nichi Vendola teme più di ogni altro l'inciucio tra Pierluigi Bersani e Mario Monti nel dopo voto. Un accordo che da tempo è nell'aria e che è destinato a spezzare l'alleanza tra Sel e il Pd. Allora Nichi attacca come un furia tutto e tutti. Il bersaglio preferito è il Prof: "Democristianeria senza Dc da Grande Oriente d’Italia. Monti e’ un vecchio classico vecchio politico e tagliare le ali porta la politica in una palude dove vincono sempre quelli della razza di Monti, della razza padrona". Nichi bacchetta fortemente Monti anche sul tasto dolente della pressione fiscale, accusandolo di aver fatto poco per  tassare i ricchi: “Monti ha avuto il coraggio relativo di bussare alle porte dei soliti noti e invece quando si e’ trattato di chiedere un contributo ai piu’ ricchi ha detto che era ‘tecnicamente complicato’, perche’ e’ tecnicamente di destra e ritiene che ontologicamente i sacrifici tocchino sempre ai piu’ deboli”. Per Nichi i ricconi meritano una sola fine: "I super ricchi devono andare al diavolo, e Putin ha le sembianze del diavolo”, riferendosi alla fuga di Gerard Depardieu in Russia per dire no alla super tassa di Hollande sui Paperoni di Francia

Centrodestra è film horror – Poi Vendola attacca anche il Pdl e critica l'alleanza con la Lega: "A volte ritornano. Questa specie di horror chiamato centrodestra. E’ abbastanza evidente – dice Vendola – che Berlusconi decide, da perdente, di mettere insieme tutte le forze populiste. La destra piu’ presentabile e’ andata con Monti e quella piu’ viscerale, piu’ beduina, piu’ vernacolare con Berlusconi"

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gian_paolo

    12 Gennaio 2013 - 11:11

    In un mondo ad economia liberale come il nostro (visto che il fiasco dell'alternativa comunista) i posti di lavoro non li creiamo noi poveracci, ma i ricchi, o meglio, l'accumulo di capitale. Questo acredine verso patrimoni e capitali li spingerà sempre più all'estero, magari verso paesi ex-comunisti.

    Report

    Rispondi

  • geoandgeo

    08 Gennaio 2013 - 10:10

    Doppio dispiacere: doppio perchè nel leggere i post vedo da un lato l'abbinamento di giudizio negativo politico abbinato all'inclinazione sessuale di Vendola, cosa che sinceramente non ha alcun legame. Ma al tempo stesso mi dispiace sentire Vendola sventolare vecchi slogan dell'est enunciando che ancora il popolo non si è evoluto dalla grande guerra ad oggi. La cultura dell' attacco alla strega che in questo caso sono i ricchi è sbagliata. Poter avere ricchezzza smuove la gente a lavorare. Se manca la possibilità, muore la società. La lotta è contro l'evasione, contro gli speculatori. Contro quella ricchezza che vive del nulla e assorbe le ricchezze altrui. La casa (una, due, tre...) è ricchezza si, ma guadagnata e sana. Chi invece gioca sulla finanza e guadagna solo per scommettere contro l'Italia allora si...quel processo va fermato. Quella è ricchezza malsana, nostra nemica, fonte della crisi che mette in ginocchio poveri ma alche la medio-alta borghesia.

    Report

    Rispondi

  • niki1958

    07 Gennaio 2013 - 18:06

    W Niki Vendolaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

    Report

    Rispondi

  • sparviero

    07 Gennaio 2013 - 18:06

    i comunisti ricchi e ancora peggio i cattocomunisti poveri o ricchi che siano.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog