Cerca

La sconfitta

Europee, Grillo a Casaleggio: "Mollo tutto"

Europee, Grillo a Casaleggio: "Mollo tutto"

Dopo la batosta è caos nel Movimento Cinque Stelle. Il risultato elettorale e quei due milioni di voti persi per strada nel giro di 12 mesi lascia ferite insanabili. Lo psicodramma dei pentastellati si consuma con ritmo lento. Prima fase: negare la sconfitta. Era questo il mood grillino nelle prime ore della notte di lunedì. Poi è arrivata la rassegnazione con il video di Grillo che ingerisce una pasticca di Maalox. Ma è nella serata di ieri che scoppia la resa dei conti. Beppe Grillo, diciamolo, con questo voto si è giocato la faccia. Le adunate e i vaffa non hanno portato voti al Movimento Cinque Stelle. I grillini ora rischiano la fine. E Beppe lo sa bene. Al punto che avrebbe minacciato di mollare tutto. "Abbiamo perso. Non è una sconfitta, siamo andati oltre la sconfitta", avrebbe detto Beppe a Casaleggio.

"Mollo tutto" - Da qui la tentazione di mollare tutto. Il guru però lo ha fermato: "Non te lo consentirò - si infiamma - tu sei il Movimento. Altrimenti salta tutto". Uno stop, quello di Casaleggio che fa capire quanto sia forte ormai la paura tra le mura pentastellate di perdere tutto il bacino elettorale nel giro di pochi mesi. Sul campo grillino adesso, dopo il flop, si apre una drammatica partita. Renzi farà di tutto per annientare i pentastellati e cominciano già le grandi manovre per portare dalla propria parte buna parte dei dissidenti grillini che potrebbero poi fare da apripista per altre fuoriuscite. Beppe cerca di resistere ma ha perso l'entusiasmo. Così per stare vicino ai suoi eletti e al Movimento nel momento più difficile, va in vacanza. Da buon leader pensa ai fatti suoi e abbandona la nave mentre va a picco.

"Vado in vacanza" - "Io ho bisogno di una vacanza - ripete amarissimo il comico - ho bisogno di stare con mia moglie. Sono due mesi che vivo in un camper...", avrebbe detto al suo amico Casaleggio. Intanto dentro il Movimento arrivano nuovi diktat dai vertici: niente commenti sul voto. Parla solo Beppe e basta talk show. Si torna indietro nel tempo, ma non è detto che la ricetta, questa volta, funzioni. L'M5s probabilmente deve capire qual è stato l'errore principale. L'intervista da Vespa uno dei tanti. Ma non l'unico...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • airbaltic

    27 Maggio 2014 - 18:06

    Ha già' fatto abbastanza danni : ha compattato l Italia peggiore . Quella no tav, dipietristi , sinistrume vario con giornalisti comunisti de il fattoquotidiano oltre al buffone Dario fo. Grillo può' anche andare al diavolo.

    Report

    Rispondi

  • giulio

    27 Maggio 2014 - 18:06

    Be' pero' dopo l'ultima ideona di far fuori i pensionati, i sondaggi potrebbero crescere!!!!!!!!!!!!!! Le pernacchie sicuramente cresceranno poi il resto.......................

    Report

    Rispondi

  • EhEhEh

    27 Maggio 2014 - 18:06

    Ma dove sono finiti tutti i GRILLONI OPS GRILLINI CHE SCRIVEVANO QUI??...Godo come un riccio la mia profezia fatta 6 mesi fa che sarebbero spariti incomincia ad avverarsi...gli Italiani sono meno coglioni di quanto si pensi!!!!,

    Report

    Rispondi

  • airbaltic

    27 Maggio 2014 - 18:06

    Errore principale ???? E' un movimento di estrema sinistra( vota 99 per cento delle volte come sel). Errori mica tanti: prende il 21 per cento per fare solo gazzarra e spargere odio. In altri stati m5s sarebbe considerato alla stregua di una associazione a delinquere

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog