Cerca

Verso il voto

Cav, la rimonta è compiuta:
"Il Pdl ha raggiunto il Pd"
Monti invece è al palo

Sondaggi, Berlusconi esulta su Twitter: "Siamo a un soffio dalla sinistra". Il Prof, al contrario, viene abbandonato anche dagli sponsor

Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi avrebbe completato la rimonta. Il profilo twitter dei sotenitori del Cav, "@berlusconi2013", ha diffuso un sondaggio SpinCon che darebbe il Pdl ormai vicino al Pd e la coalizione di centrodestra ad un soffio dal centrosinistra. Per SpinCon la coalizone del Cav recupera 8 punti in un mese e si porta in partità. Il Pdl tornerebbe al 20% e la coalizione sarebbe quasi al 32%. Bersani sarebbe appena due decimali sopra con Pd e Sel in calo. L'effetto post-Santoro continua a farsi sentire e la cavalcata di Silvio è senza fine. Tra gli azzurri c'è entusiasmo. Da parecchie settimane Silvio aveva avvisato che i sondaggi lo davano in crescita. Ora ci sarebbe la prova definitiva. Del resto tutte le manovre di Bersani per compattare un improbabile fronte antiCav che va da Monti a Vendola sembrano un chiaro segnale di allarme che è scattato in via del Nazareno. 

Prof al Palo - E in parallelo risulta che l'inciucio con Bersani fa male, malissimo a Mario Monti. Secondo l'ultimo sondaggio Swg Pdl e Lega, trainati da Berlusconi, salgono di un punto a quota 26,1%, mentre il Pd ne perde due ma resta primo partito, a quota 32,6 per cento. E il centrino? Fermo, immobile, al 13 per cento. Ancora dietro al pur calante Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo. Dopo l'intesa sotterranea con i democratici, una sorta di accordo tra gentiluomini per non picchiarsi troppo in campagna elettorale (anche se Bersani ha smentito: "Nessun patto segreto"), il professore ha continuato a stuzzicare Berlusconi ottenendo in cambio ben poco. 

Addio sponsor - Anzi, perdendoci. Per esempio, il sostegno degli industriali e degli imprenditori. Da Tronchetti Provera a Diego Della Valle, suoi grandi sponsor, dall'ex presidente di Confindustria Giovani Anna Maria Artoni a Carlo D'Asaro Biondo, numero uno di Google per il Sud Europa, sono tutti rimasti decisamente delusi dalle facce note e arcinote di cui il professore ha imbottito la sua Lista alla Camera. Politici, mestieranti dei palazzi, qualche lustrino buono per i giornali (tipo Valentina Vezzali e Annalisa Minetti). Per ora, a fianco di Monti, rimane ancora Luca Cordero di Montezemolo, ma in posizione defilata (non è candidato né farà parte dell'eventuale governo). Uno smarcamento avvenuto in tempi non sospetti, ma che ora suona sinistro. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giovmel44

    19 Gennaio 2013 - 10:10

    Berlusconi grande combattente finirà per vincere il duello contro Monti e C.

    Report

    Rispondi

  • frankzappa

    19 Gennaio 2013 - 10:10

    Siamo oltre il 43,5%, e non è finita. Forza, il sorpasso è quasi imminente.

    Report

    Rispondi

  • frankzappa

    19 Gennaio 2013 - 09:09

    Siamo oltre il 43,5%, e non è finita. Forza, il sorpasso è quasi imminente.

    Report

    Rispondi

  • frankie stein

    19 Gennaio 2013 - 08:08

    ...Rimonta compiuta...siamo a un soffio...Ueila':...decidetevi! Dite piuttosto(ad hoc con i leghisti): 'siamo a un rutto'.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog