Cerca

Indeciso su tutto

Monti, pronta la svolta sul lavoro

Mario Monti

Mario Monti

 

In politica, spiega, ci è "salito" perché crede di aver fatto "una cosa giusta, non quella più utile per me". Al Corriere della Sera, il suo vecchio giornale, in un lungo colloquio con Ferruccio De Bortoli, Mario Monti aggiunge che "avevo paura che sei mesi dopo le elezioni si dissipassero tutti i sacrifici che gli italiani avevano fatto". L'impegno politico del Prof, insomma, serve a non mollare la presa sul rigore e a "togliere l'Italia dalle mani degli incapaci". Un insulto bello e buono alle altre forze politiche in campo.

Gli alleati - Monti ammette che Napolitano non ha apperezzato - "ma oggi sono convinto che abbia capito le mie ragioni" - il suo ingresso in politica, annuncia "rinnovamento" e si difende quando gli viene ricordato che Fini e Casini, di nuovo, non hanno nulla. Monti si spinge ad affermare che "sarebbe stato immorale se io avessi pensato a me stesso, non trova?", per giustificare ancora una volta la sua discesa in campo.

Il lavoro - Ma è quando si parla del programma della sua agenda, che il Professore continua nella sistematica opera di smantellamento del suo programma. Questa volta ammette che potrebbe cambiare anche la riforma del lavoro di Elsa Fornero: "Vede, persone stanno lavorando ad affinare l'Agenda". Novità in merito le dovrebbe annunciare oggi, domenica 20 gennaio, nel suo incontro a Bergamo. Sul piatto ci sarebbe l'ipotesi di trasformare il mercato del lavoro all'insegna della flexsecuirty, flessibilità più sicurezzza. Altri cambiamenti, insomma, dopo la retromarcia su Imu, fisco, pensioni e redditometro.

Le bocciature - Anche De Bortoli si "permette" poi di ricordare al Professore le numerose bocciature ricevute dal suo governo (l'ultima, e più pesante, quella del Fondo monetario internazionale, che ha ammesso che le politiche di rigore sono state sbagliate). Il Corsera ricorda i dati negativi sul Pil diffusi da Bankitalia. E Monti finge di non vedere le condizioni disastrate dell'Italia che avrebbe portato più  lontano dalla crisi: "Noi stiamo vedendo, al contrario, qualche risultato positivo grazie al sacrificio degli italiani". E quali sarebbero, questi risultati? I tassi di interesse dei Btp...

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • arwen

    23 Gennaio 2013 - 12:12

    Ohè, andiamoci piano, quello è professor flop, mica è fesso. Il lavoro non lo ha fatto ma il danè se lo tiene ben stretto.

    Report

    Rispondi

  • sgnacalapata

    21 Gennaio 2013 - 15:03

    anche lui come la Fornero, adesso si metterà a piangere?

    Report

    Rispondi

  • eureka.mi

    21 Gennaio 2013 - 15:03

    Faccia retromarcia anche dalla nomina di Senatore, non se l'è proprio meritata!

    Report

    Rispondi

  • marco1927

    21 Gennaio 2013 - 11:11

    è arrivato il momento di parlare di altro..Monti non stupirà nessuno in Italia, conosciamo bene il basso livello che lo evidenzia. Una persona come lui che ha imparato dai libri non potrà mai e poi mai essere un leader utile al paese..basta,che si tolga dalle palle questo incapace patentato.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog