Cerca

L'autodifesa della casta

Il Pd difende Errani: "persona per bene"

Orfini, la segreteria del partito e perfino Bersani in difesa del governatore condannato a un anno e dimissionario

Vasco Errani

Hanno sempre rimproverato a Berlusconi e ai suoi di mettere in discussione gli esiti processuali. Di più: di screditare l'obiettività della magistratura. Ma quando a finire sotto processo e persino quando a essere condannati sono i loro, fanno esattamente la stessa cosa. Ricordate Penati? Tutti a difenderlo quando venne indagato e s'è visto poi come è finita. Ora, quelli del Pd ci riprovano col governatore (dimissionario) dell'Emilia Romagna, Vasco Errani. Che a difenderlo e definirlo "innocente" (in attesa di ricorso in appello) siano i suoi avvocati, ci sta, sono lì anche per quello. Che a dirsi "comunque innocente" sia lui, ci sta già un po' meno ma forse risponde all'insopprimibile istinto di sopravvivenza che muove l'essere umano (e ancor di più l'essere politico). Ma che a prenderne le parti in coro contro la magistratura (perchè quello è) sia il Pd fa parte di quel meccanismo per cui la politica fa schifo ai cittadini. Ed è la prova, l'ennesima se mai ce ne fosse bisogno, che al momento della resa dei conti sinistra e destra una cosa sono.

"Vasco Errani è una persona perbene e lo dimostrerà. Ha sempre lavorato nell’interesse dell’Emilia Romagna" scrive su Facebook il presidente del Pd Matteo Orifini. E ancora: "Spero ritiri le dimissioni". Gli fa eco la segreteria tutta dei Democratici: "Invitiamo Vasco Errani a riconsiderare le sue dimissioni da presidente della Regione Emilia Romagna". Per i piddini, "proprio le parole con cui ha motivato la sua decisione dimostrano il suo senso dello Stato e
delle istituzioni.Tutto il Partito Democratico conferma la stima nei suoi confronti e nel lavoro svolto in questi anni al servizio dei cittadini e della Regione". E ancora, per la serie 'santo subito', ecco la solidarietà del sottosegretario Pd Angelo Rughetti: "Sono sorpreso della decisione della corte d’Appello di Bologna che riguarda il presidente della Regione Emilia Romagna. Ho lavorato con Vasco Errani e so che è una persona perbene. Rispetto le sentenze ma privare la Regione di un presidente generoso ed apprezzato come Errani è un danno per le donne e gli uomini dell’Emilia". E parla pure uno dei dinosauri Pd, nonchè conterraneo di Errani, Pier Luigi Bersani: "Chiunque conosca Errani non può dubitare della sua onestà e della sua correttezza. Con tutto il rispetto che si deve alle sentenze, si dovrà dare rispetto anche alle convinzioni profonde di chi ha avuto a che fare con Errani". Ma Bersani non aveva avuto "a che fare" anche con Penati? Ah già, era solo il suo braccio destro. Errani farebbe bene a iniziare a toccarsi le parti basse...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • capitanuncino

    09 Luglio 2014 - 13:01

    E' tanto per bene che se aprissero gli armadi e tirassero fuori gli scheletri ivi custoditi i cani della provincia di Reggio Emilia rosicchierebbero ossa almeno per i prossimi 40 anni.

    Report

    Rispondi

  • egmar54

    09 Luglio 2014 - 10:10

    Uno condannato ad un anno........Me lo definite perbene?........... Come sempre due pesi e due misure.........

    Report

    Rispondi

  • antcarboni

    09 Luglio 2014 - 08:08

    Ma certo che è una persona per bene. Come Penati e tutti gli altri della loro parte. Certo che sta succedendo qualcosa di strano. Berlusconi junior e nei secoli Fedele assolti e uno di loro condannato per giunta in appello. Non ci sono i giudici di una volta!

    Report

    Rispondi

  • Beppe.demilio

    09 Luglio 2014 - 06:06

    Io non entro nel merito della condanna ma, quando un sinistrato viene condannato è cosa ingiusta e anche esagerata perché loro sono sempre stati dei SANTI! Non sei dei loro ? Sei un ladro ,un razzista, e un fascista. Se i giudici hanno condannato un SANTO evidentemente non hanno potuto fare diversamente. Di tutti gli altri SANTI indagati quanto dobbiamo aspettare?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog