Cerca

Il futuro

Coesis Research, Amadori: "Matteo Salvini e Raffaele Fitto possono battere Matteo Renzi"

Coesis Research, Amadori: "Matteo Salvini e Raffaele Fitto possono battere Matteo Renzi"

Grandi manovre del centrodestra dopo la sentenza Ruby. Il Cav prova a federare i moderati per costruire una coalizione anti-Renzi che possa battere alle urne il Pd. Il nodo da sciogliere è uno solo: chi sarà il leader? Sulle primarie si discute da tempo e l'apertura del Cav delle ultime settimane ha comunque aperto il dibattito. Sondaggisti ed esperti provano a capire quale possa essere tra lo stesso Cav, Salvini, Alfano o Giorgia Meloni, il nome giusto su cui deve puntare il centrodestra.

Chi può battere Renzi - Una risposta prova a darla Alessandro Amadori, semiologo e numero uno dell'istituto Coesis Research, intervistato da Affaritaliani.it: "Chi potrebbe in prospettiva competere con Renzi? Matteo Salvini e Raffaele Fitto. In pole position c'è il segretario della Lega Nord. Ha l'esperienza alla guida di un partito e ottime capacità di guida popolare. Dovrebbe mettere di più la giacca e la cravatta e avere una visione maggiormente strategica. In questo modo potrebbe lanciare un'opa su un centrodestra ormai allo sbando. Dipende da lui e se ha la voglia di crescere. In un anno potrebbe essere una scommessa interessante. In seconda battuta c'è Fitto, anche se sono da valutare le sue capicità di crescita". Giorgia Meloni? "Troppo leader locale, romana, e legata alla destra sociale". Angelino Alfano? "Sconterà sempre il meccanismo del tradimento, ora che Silvio Berlusconi è stato riabilitato. Ha voltato le spalle al suo leader in un momento di difficoltà".

Il futuro del governo - Infine Amadori lancia anche una profezia sul futuro del governo: "Al premier conviene portare a casa le riforme (costituzionali ed elettorale), in modo da giustificare il colpo di mano che ha spodestato Enrico Letta da Palazzo Chigi, e poi andare il prima possibile al voto. Già in autunno o nella primavera del prossimo anno. E questa potrebbe essere davvero l'intenzione del leader del Pd. Andare alle elezioni politiche subito, o comunque presto, prima che i concorrenti possano riorganizzarsi. Uccidere il 'drago' finché è piccolo. Vincerebbe a mani basse". 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Romano_1939

    04 Agosto 2014 - 17:05

    Ancora una volta, dico che: se nel nuovo centromdestra il cav farà affluire anche Alfano, il mio voto non ci sarà

    Report

    Rispondi

  • GUARINI DOMENICO

    25 Luglio 2014 - 19:07

    Alfano proprio no! ...ma in politica succede di tutto .i politici sono pronti a nuotare nella m... e dire che si tratta di purissima acqua termale.... domenico

    Report

    Rispondi

  • fausta73

    25 Luglio 2014 - 15:03

    Salvini ultimamente non ispira fiducia.

    Report

    Rispondi

  • Beppe.demilio

    25 Luglio 2014 - 05:05

    Berlusconi con i suoi demenziali compromessi ha di fatto permesso a Napolitano di farsi i governi che ha voluto facendo pagare la crisi ai pensionati e lavoratori dimenticandosi dei veri farabutti che hanno distrutto il paese . Berlusconi continua danneggiarci permettendo anche l'invasione di immigrati con conseguenze drammatiche per tutti gli Italiani. Riunisca la destra ,dopo, fuori dalle balle!

    Report

    Rispondi

    • woody54

      25 Luglio 2014 - 11:11

      Beppe.demilio@gmail.com Coglione (non è un offesa, è solo la tua condizione) pensi che ci sia qualcuno capace a fermare l'immigrazione?Povero illuso, è uno tsunami che nessuno può fermare!!

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog