Cerca

Crociato su Twitter

Maurizio Gasparri, l'ultimo moicano di Forza Italia: per i gay si schiera contro tutti i vertici del suo partito

Maurizio Gasparri

Maurizio Gasparri contro tutti, o quasi. Contro tutti gli azzurri di Forza Italia. Al solito il senatore si fa sentire su Twitter. Lo fa nella serata di martedì 7 ottobre, al termine della convulsa giornata in cui Angelino Alfano ha chiesto ai prefetti di annullare le nozze gay iscritte nei registri comunali. Per una volta, Gasparri, si schiera con Alfano (uno tra i tanti retweet: "Sostegno ad Alfano dopo attacchi feroci perché vuole far rispettare la legge: matrimoni gay all'estero non validi in Italia. #iostoconAlfano"). Il punto è che, seppur con alcuni distinguo, il suo partito sembra avere opinioni differenti. Poche ore prima, infatti, Mara Carfagna veniva nominata a capo del dipartimento azzurro "Libertà civili e diritti umani", mentre poche ore dopo Francesca Pascale attaccava con parole durissime lo stesso Alfano proprio per la questione dei matrimoni gay. La fidanzata di Silvio Berlusconi definiva il leader di Ncd un "perdente di successo" che "sfrutta subdolamente" la religione contro gli omosessuali.

Un situazione intricata, per Gasparri, che svicola da quella che sembra essere la linea di Forza Italia. Come detto, il dissenso viaggia su Twitter, dove con una pioggia di cinguettii mette i proverbiali puntini sulle "i". Per primo si rivolge alla neo-nominata Carfagna, alle quale rivolge un accorato appello contro le "dittature del pensiero unico":

Poi Gasparri si rivolge direttamente a Giovanni Toti, consigliere politico di Forza Italia, ricordandogli come parlare troppo, anzi "solo", di matrimoni gay si traduce in cattive notizie nei sondaggi:

Infine l'ultimo accorato appello, rivolto ai vertici-tutti del suo partito (Toti, Brunetta, Romani, Gelmini, Carfagna), in cui polemicamente l'ultimo moicano Gasparri chiede a Forza Italia, piuttosto che degli omosessuali, di occuparsi di tasse, Tasi e famiglia. Così: 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giampaolo

    12 Ottobre 2014 - 18:06

    Viva Gasparri. La gente ha il pro l'email di mangiare e parliamo di gay come dei Zapata qualsiasi. Ricordatevi che fine gli hanno fatto fare gli spagnoli!!! Che siano poi la Carfagna e la Pascale a dettare la linea non è ridicolo ma pazzesco. Speriamo che la Pascale non abbia l effetto su Silvio che ha avuto la Tulliani su Fini. L'impressione di ora è quella. Non si sposa più nessuno ora i gay

    Report

    Rispondi

  • Corbaccio

    09 Ottobre 2014 - 13:01

    Come si vede dai vari interventi, oramai Berlusconi è fuori gioco oltre che fuori di testa. Iniziamo con Libero una raccolta di firme per levarcelo dai cogl....ni.

    Report

    Rispondi

  • humphrey

    09 Ottobre 2014 - 11:11

    Ha ragione Gasparri stavolta. Hanno rotto gli zibidei. Con problemi esagerati nel paese , la priorità non sono affatto i gay.

    Report

    Rispondi

  • libero42

    08 Ottobre 2014 - 20:08

    L'onorevole 'ciappe d'oro' batte la lingua freneticamente sul dente che duole... Fa di tutto per accreditarsi come maschione, ma....

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog