Cerca

Nomfup

Filippo Sensi, lo stipendio da favola del portavoce di Matteo Renzi

Filippo Sensi e, sullo sfondo, Matteo Renzi

In arte (su Twitter) Nomfup, nella vita reale Filippo Sensi. Lui è l'uomo-tutto di Matteo Renzi, ma per ridurlo a una semplice etichetta va definito "portavoce". Del premier, Sensi, è oltre che portavoce il capo ufficio stampa, lo spin doctor e il curatore dei social network. E ora, come rivela Il Fatto Quotidiano, dopo mesi di "abusivismo di fatto" il buon Nomfup ha strappato un contratto. Fari puntati sulle cifre che incassa Sensi, tutt'altro che irrilevanti. L'uomo-ombra di Renzi prende poco meno di 170mila euro lordi, tra voci fisse e voci variabili (91.696,86 euro di "trattamento economico fondamentale", più 59.500 euro di "retribuzione di posizione variabile", più 18.360 euro di "indennità di collaborazione"). Cifre di tutto rispetto, che tra l'altro sono anche superiori a quelle incassate dal premier, che prende 114.796,68 lordi più 9.5666,39 euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alex333al

    05 Novembre 2014 - 02:02

    sono sanguisughe e basta, mister bean ci sta prendendo per il kul , lo stipendio d'oro del suo pupillo è una dimostrazione lampante.

    Report

    Rispondi

  • arwen

    04 Novembre 2014 - 19:07

    Ve lo volete mettere in testa! Il problema dell'Italia è duplice, da una parte l'art. 18, dall'altro l'alto costo dei salari dei lavoratori. Cancellato il primo e ridotti alla fame i secondi, questo paese diventerà un eden....per gente come Renzi, Serra, De Benedetti, l'alleato B. e per i tanti signori in grigio, servi di questa casta, come il gentiluono citato nell'articolo!

    Report

    Rispondi

  • Federico di Hohenstaufen

    04 Novembre 2014 - 10:10

    E' più facile fare la riforma del lavoro o aumentare le tasse che contrastare certi privilegi

    Report

    Rispondi

blog