Cerca

Voltagabbana

Sono 155 i parlamentari che hanno cambiato casacca

Sono 155 i parlamentari che hanno cambiato casacca

E' un Parlamento di voltagabbana, come pochi prima di lui nella storia repubblicana, quello in carica. A rivelarlo è l'associazione Openpolis, che si occupa di accesso alle informazioni pubbliche, in uno studio ripreso dal quotidiano romano Il Tempo. Dice l'indagine che nella legislatura corrente, la XVII, al momento sono stati 155 i parlamentari "salterini". Per un totale di 187 cambi di gruppo, a testimonianza che c’è qualcuno molto indeciso che ha cambiato più di una volta. I cambia-casacca risultano sostanzialmente divisi a metà tra Camera e Senato: 76 a 79. E se le fronde (quella dei fittiani in FI e della sinistra Pd) dovessero sfociare in scissioni, i numero schizzerebbero alle stelle.

Numeri elevatissimi se messi a confronto con quelli della scorsa legislatura, quella in cui si verificò la traumatica spaccatura del Pdl con l’uscita dei finiani, quando erano stati 160 i parlamentari che avevano cambiato gruppo: 120 alla Camera e 60 al Senato. Scendendo nei dettagli, dal rimescolamento guadagna il Pd, con 18 parlamentari approdati a Largo del Nazareno. Senza considerare le varie scissioni maturate in questa legislatura, come quella tra Forza Italia ed Ncd e quella tra Scelta Civica e popolari per l’Italia, in senso inverso risalta il -19 (5 a Montecitorio e 14 a Palazzo Madama) del Movimento Cinque Stelle, frutto delle espulsioni decise dal leader maximo Beppe Grillo e delle uscite legate ai maldipancia grillini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • claudiotortora

    25 Marzo 2015 - 21:09

    ronzinorenzie vergognati sei socio di feccie umane che piazzale loreto sarebbe il minimo chi trdisce lo fa sempre imparate un po di etica di destra

    Report

    Rispondi

  • iuchi

    05 Dicembre 2014 - 13:01

    Ma ancora nessuno ha capito che fino a quando non faremo tutti paura ai politicanti questi continueranno sempre in questo modo a massacrare la gente che lavora? Il giorno che avranno paura di uscire di casa allora si che la musica cambia. Vedi il Sindaco di Roma Marino....ora gli daranno la scorta perché odiato dal popolo che prima lo ha votato. Hanno scorte abbastanza per tutti i politici?

    Report

    Rispondi

  • iuchi

    05 Dicembre 2014 - 12:12

    Quando un deputato o senatore esce dal sua partito ove era stato eletto dal popolo deve andarsene a casa e cambiare mestiere per non tradire l'elettorato. Il suo posto verrà preso dal primo non eletto della sua lista che proseguirà il cammino parlamentare. In questo modo non si creano voto vacanti in vendita. E' mai possibile che solo in Italia si verifichino certe cose?

    Report

    Rispondi

  • filder

    04 Dicembre 2014 - 21:09

    Sarebbe opportuno fare urgentemente una legge che, chiunque volesse lasciare il partito per la quale e' stato votato, puo' farlo senza problemi, l'importante e' che per 3 anni dovrebbe essere messo in una specie di quarantena in modo di purificarsi le idee ed avere tempo di prepararsi ad eventuali altre esperienze: Vorrei vedere a questo punto chi sarebbe disposto a fare il voltagabana .

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog