Cerca

Lo studio

Colle, il sondaggio: ecco il Presidente che vogliono gli italiani

Giovedì cominceranno le votazioni per il nuovo presidente della Repubblica. Moltissimi i nomi che circolano per la successione di Napolitano: nomi diversi. Politici, costituzionalisti, tecnici. E, a sorpresa, dalle Quirinarie lanciate dal Fatto Quotidiano è spunatato anche il nome di un uomo dello spettacolo come Giancarlo Magalli. Ma gli italiani chi vorrebbero? Secondo il sondaggio di Nando Pagnoncellli realizzato per il Corriere della sera, nonostante il 40%)veda meglio un presidente che difenda la Carta, la maggioranza assoluta, il 52%, propende invece per un atteggiamento di apertura a cambiamenti anche importanti.Anche nell' elettorato pd, dove pure i rapporti si ribaltano, poco meno della metà (il 46%) si dichiara aperto a cambiamenti costituzionali. Divisi a metà gli elettori di centro, assolutamente orientati ai cambiamenti invece gli elettori di FI e dell' area di destra, mentre i pentastellati sono maggiormente schierati per la difesa della Costituzione.

Le caratteristiche - Per la maggioranza assoluta degli italiani il nuovo presidente deve venire dalla politica attiva: si sentono più tranquilli con un Presidente che conosca i meccanismi della politica.  Solo il 37% desidera un presidente privo di esperienza, proveniente dalla cosiddetta società civile. Molto convinti di un presidente «politico» gli elettori del Pd, ma anche l' elettorato centrista (65%) e di FI (55%) condivide questa opinione. Il Movimento Cinque Stelle, invece, com'era prevedibile, preferirebbe un Presidente "vergine", che non sia compromesso con i palazzi del potere. Non c'è grande interesse verso il genere del presidente:  anche se, fra la minoranza che sceglie, tende ad essere preferita una donna, in misura più netta tra le donne (38%) rispetto agli uomini (28%), a conferma della solidarietà di genere.

L'identikit - La  metà degli intervistati da Pagnoncelli sostiene che la riconoscibilità internazionale sia una caratteristica indispensabile per il nuovo presidente proprio perché si ritiene necessario consolidare l' immagine del nostro Paese nel mondo. L' altra metà lo ritiene un aspetto certo non inutile, ma non centrale: circa il 30% lo considera abbastanza utile per consolidare la nostra reputazione, poco meno del 20% infine lo giudica in tratto secondario, poiché la priorità è la buona conoscenza delle cose italiane. Se si dovesse tracciare l'identikit del presidente desiderato dagli italiani, si tratterebbe di  un politico esperto capace di governare  È un profilo prevalente, non certo unanimemente condiviso. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ARDEL

    26 Gennaio 2015 - 18:06

    Un presidente max settantenne ma non la Finocchiaro è una donna presuntuosa e fredda, respingente!

    Report

    Rispondi

  • er sola

    26 Gennaio 2015 - 14:02

    Credo che in questa Nazione sia giunto il momento di cambiare facce. Sono anni ed anni che siamo costretti a vedere circolare nella politica sempre i soliti idioti che, tutto fanno tranne il bene dei cittadini. Purtroppo per questo cambiamento, deve mutare anche la mentalità degli italiani da sempre indottrinati da questi politici con promesse mai mantenute.

    Report

    Rispondi

  • rocc

    26 Gennaio 2015 - 12:12

    l'unico nome potabile che ho visto in questo articolo è Magalli. Il centrodestra dovrebbe votare Antonio MARTINO fino all'ultimo, poi vada come vada.

    Report

    Rispondi

  • Happy1937

    25 Gennaio 2015 - 14:02

    Un nome ottimo sarebbe Assunta Almirante. Rispetterebbe anche le "quote rose", ma per i nostri politici ha il difetto di essere intelligente.

    Report

    Rispondi

    • futuro libero

      26 Gennaio 2015 - 13:01

      Ottimo nome ma come dici tu troppo intelligente e onesta

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog