Cerca

Alta tensione

Mps,Maroni smaschera Napolitano:
"Vuole il silenzio per coprire il Pd"

Roberto Maroni

Roberto Maroni critica aspramente le parole del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che aveva in pratica attaccato la stampa per le notizie circolate in questi giorni sullo scandalo Mps. Il Colle ieri sera si è schierato con la procura ed ha invitato tutti al silenzio. Ma il segretario della Lega Nord non ci sta e attacca: "Conosco e stimo Napolitano, non voglio pensare questo, ma la brutta impressione è che sia sceso in campo per coprire lo scandalo Mps e attenuare i riflessi negativi che sta avendo sulle sorti elettorali del Pd. Non voglio pensare - ha detto il leader della Lega a proposito di Napolitano - che sia intervenuto per censura, però è singolare che il presidente della Repubblica si svegli adesso mentre in passato non ha mai detto una parola sulle violazioni del segreto istruttorio o del segreto delle indagini, cosa che lui richiama adesso".  

Fate silenzio - Le parole di Re Giorgio erano state dure. In tanti hanno pensato che il Colle volesse il silenzio per non "disturbare" la campagna elettorale del centrosinistra. "Abbiamo spesso degli effetti non positivi - ha sottolineato Napolitano -, quasi dei cortocircuiti tra informazione, che tende ad avere il massimo di elementi per poter assolvere a un ruolo di propulsione alla ricerca della verità, e nello stesso tempo riservatezza necessaria delle indagini giudiziarie e rispetto del segreto d’indagine. Il richiamo piuttosto brusco di un importante ufficio giudiziario, la Procura della Repubblica di Siena, di fronte alla pubblicazione di notizie che ha dichiarato totalmente infondate e di cui ha anche fatto comprendere la grave possibile ricaduta destabilizzante sui mercati, al punto da annunciare o da ventilare provvedimenti per aggiotaggio e insider trading", aveva affermato Napolitano. Ora l'intervento del Colle è apparso tardivo e inopportuno. Le polemiche su Pd e Mps di certo non si fermeranno. 


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • futuro libero

    03 Febbraio 2013 - 12:12

    ma non accetto la politica comunista diversamente ladra. Napolitano si dimetta un vero presidente non può dire cose del genere in campagna elettorale, altrimenti avrebbe dovuto dire alle procure contro Berlusconi di rimandare tutto a dopo elezioni, ma vede napolitano il suo aiuto è stato talmente sporco che sono sicura che molti assenteisti si stanno rialzando in piedi e andranno a votare contro una dittatura rossa. Assenteisti delusi e insicuri solo il PDL ci può salvare dalla dittatura rossa,una dittatura che come dice la storia porta solo sofferenze e fame per il popolo.Riflettete bene quando dovrete mettere quella croce.

    Report

    Rispondi

  • STUDIO62

    03 Febbraio 2013 - 11:11

    La sinistra italica (scimmiottante i modi british e un pò i democratici dell'"abbronzato" premier afro americano)gioca in campo sempre 12 contro 11: l'arbitro terrone (chi scrive è calabrese, quindi nessuna offesa razzista...) è il napoletano che veste con cappelloni tetri e che ricorda presenze nefaste a parate militari che omaggiavano i "buoni militari sovietici",coloro che avevano violentato i paesi del Patto di Varsavia non allineati perchè vogliosi di libertà. Il suo cappellone è disgustoso, come disgustoso è il continuare a condizionare la campagna elettorale in favore dei suoi sodali impresentabili, senesi e non. Un politico italiano è stato e fotografato con un cappello nero che richiamava una foto dello Statista più discusso del 900 politico italiano: quello Statista era in fuga...Silvio non fugge: rincorre i comunisti di sempre, i bersani d'accatto... E questo napoletano dovrà togliersi il cappello dinanzi alla libertà che avanza e che lo travolgerà......

    Report

    Rispondi

  • ryckard56

    02 Febbraio 2013 - 21:09

    napolitano ha visto nascere questa repubblica da giovane integerrimo comunista filosovietico,e ora la vede morire da grande vecchio che vede il suo partito affondare senza idee in un mare di merda,tangenti e nutella.stà commettendo l'errore di cercare di lanciarli un salvagente,un aiutino preelettorale,quando sarebbe meglio invece il contrario ovvero farlo affondare definitivamente insieme a questa fatiscente repubblica e chiudere definitivamente l'era postbellica che da noi non è mai finita.senza il collasso della prima non nascerà mai veramaente la seconda repubblica.

    Report

    Rispondi

  • vecchiodeluso

    02 Febbraio 2013 - 19:07

    sempre migliorista. Purtroppo come sempre lo fa a senso unico, per i soli compagni comunisti, anche se adesso si chiamano democratici e progressisti (ma de che?)

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog