Cerca

A sorpresa

Pd, Matteo Orfini contro Laura Boldrini: "La scritta Mussolini Dux la lascerei lì"

17 Aprile 2015

17
Matteo Orfini

Follie da Laura Boldrini. La donna della crociata in favore delle desinenze femminili ha lanciato la sua ultimissima guerra santa: quella contro la scritta "Mussolini dux" sull'obelisco al Foro Italico di Roma. Una scritta che Lady Montecitorio non gradisce affatto, tanto che si è spinta a chiederne la rimozione. Boldrini, insomma, vuole cancellare un pezzo di storia. Un comportamento che, ai più, ha richiamato alla mente quanto fa l'Isis da Ninve a Nimrud e passando per Mosul distruggendo luoghi, simboli e vessilli della tradizione cristiana. Un comportamento che, per inciso, non è piaciuto neppure al Pd, che per una singola e paradossale volta si è trovato a difendere Benito Mussolini. Parole e musica del presidente democratico Matteo Orfini, che durante la cerimonia a Montecitorio per il 70esimo anniversio della Resistenza boccia in toto la "proposta" della Boldrini: "Io la lascerei lì", spiega il presidente democrat riferendosi alla scritta "Mussolini dux". E ancora: "L'Italia è un Paese antifascista e i principi della lotta antifascista sono scritti nella nostra Costituzione. Non abbiamo bisogno di cancellare la nostra memoria, seppur a tratti drammatica. Credo che la damnatio memoriae sia un elemento di debolezza e non di forza da parte di chi lo esercita". Touché.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • triestina47

    27 Aprile 2015 - 18:06

    Povera deficiente tutta invidia un uomo come il Duce ti piacerebbe proprio ma torna a casa bella ciao questo cancellerei io

    Report

    Rispondi

  • giacomolovecch1

    18 Aprile 2015 - 12:12

    Ma se la Boldrini non sa quello che dice.....mandiamola a fanciullo....come si merita.

    Report

    Rispondi

  • stefanosulas

    18 Aprile 2015 - 10:10

    Bisogna mantenere la memoria di una dittatura feroce, che ha causato migliaia di morti, in Europo, Africa e Russia; famiglie e paesi distrutti, leggi razziali che hanno consegnato ai campi di sterminio migliaia di italiani ebrei, oppositori politici e omosessuali. torture, fucilazioni ed impiccagioni per strada, senza un processo, niente .La stessa ferocia che troviamo oggi con l'Isis...

    Report

    Rispondi

    • causidico

      28 Aprile 2015 - 13:01

      Dittatura feroce il Fascismo??? Dai, non ti sembra un pochino grossa? Ma allora come definiresti quella del tuo idolo Stalin???

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

media