Cerca

Neroazzurra

La Biancofiore elogia il duce:
"Mussolini? Un grande uomo della storia,
ha fatto tante cose giuste per L'Italia"

La deputata del Pdl difende Silvio e dice la sua sul ventennio: "Il duce ha realizzato grandi opere. Era un dittatore ma ha lasciato cose buone"

Michaela Biancofiore

Michaela Biancofiore

Michaela Bincofiore parla di Benito Mussolini, dopo le polemiche per le parole di Silvio Berlusconi che durante la "giornata della memoria" aveva detto: "Mussolini ha fatto tante cose buone, le leggi razziali sono stati il suo più grande errore". La Biancofiore intervistata dal telegiornale "Sudtirol heute" ha affermato: "Mussolini è stato un grande uomo della storia e, come tutti i grandi uomini, in realtà non era tanto lui il responsabile, quanto la sua corte, la cerchia intorno, che usava violenze per nome e per conto”. Poi ha difeso il Cav dalle accuse di una parte della stampa: "Come sempre, i media riportano quello che vogliono Berlusconi, in realtà, ha condannato totalmente le leggi razziali. Altra cosa è non dire la verità delle cose, e cioè che Mussolini ha fatto tante cose positive, come nelle infrastrutture, nel rilancio dell’Italia“. Dopo è partito un elenco di opere realizzate dal duce: “Pensiamo a Bolzano. Forse gli altoatesini di lingua tedesca non sanno che quando arrivò il fascismo qui c’erano ancora le fogne a cielo aperto. Chi inventò le fogne in Italia, e non solo in Alto Adige, fu Mussolini. Prima i bagni erano fuori dalle abitazioni e i bambini morivano di broncopolmonite perchè per andare fuori, in questi bagni fatti di legno, prendevano un freddo glaciale. Le autostrade sono state fatte da Mussolini. A Bolzano, dove c’è ora l’ospedale, fu bonificata una palude per opera di Mussolini, che bonificò anche l’Agropontino, dando poi lavoro a tanti contadini veneti che sono rimasti a vivere là. Mussolini ha creato il Foro Italico. E’ vero che è stato un dittatore, ma i dittatori talvolta lasciano delle cose ben fatte. Le grandi opere urbanistiche dell’Italia sono state fatte tutte da Mussolini“

 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bettely1313

    08 Febbraio 2013 - 13:01

    d'accordo con la Biancofiore. Mussolini ha fatto tanto per l'Italia, è inutile negarlo, case, scuole, ospedali ancora esistenti. Leggi ancora valide. Nel sociale la famosa"Opera maternità infanzia che ha aiutato tante famiglie ed altro ancora. Rifacendomi ad una frase di un economista apparso in Ballarò che sosteneva: "In mancanza di produzione nel Paese è lo Stato che deve inventarsi il lavoro", così grosso modo. Basta ad es. fare la politica della casa con la formula inventata da Mussolini, cioè a RISCATTO. lo Stato mette i soldi per la costruzione delle case. con l'affitto si può pagare poco alla volta lapropria casa, senza ricorrere al muuto. I proventi ritornano allo Stato senza rimetterci niente o quasi. Tanto per citare un es. quanto sia stata costruttiva la politica di Mussolini.

    Report

    Rispondi

  • sebin6

    08 Febbraio 2013 - 12:12

    io preferisco hitler, perchè fece cose più grandi di mussolini e perchè era vegetariano e amava gli animali. Forse biancofiore avrebbe preferito mussolini perchè sc*pava di più.

    Report

    Rispondi

  • iltrota

    08 Febbraio 2013 - 12:12

    Ottimo intervento di storia, lectio magistralis per i bananas!!! (...ma è come dare le perle ai porci...)

    Report

    Rispondi

  • Albatross

    08 Febbraio 2013 - 11:11

    E, come ti stavo dicendo, non è un insulto; poi, prendila come ti pare). Mussolini anche nelle politiche coloniali (comuni a tutti gli stati europei di allora), attuò una politica dove, tanto per fare un esempio, le popolazioni assoggettate come quella libica, accedevano alla pubblica istruzione al pari degli italiani. Considerando il tuo Sacro Furore, potresti pensare che questa sia apologia, ma non lo è: è, semplicemente, prendere atto di fatti documentati. E non è che tutti gli altri stati europei facessero cose similari, basti pensare alla, sicuramente per te, evoluta Repubblica di Weimar che ha permesso l'ascesa di un mostro come Hitler. Ti do uno spunto di riflessione, caro: "Comprendere NON significa giustificare". E, come avvenne per il Caudillo Francisco Franco, se Mussolini si fosse tenuto a debita distanza da Hitler e non fosse entrato in guerra, il fascismo probabilmente sarebbe morto nel suo letto. Vai a leggerti i diari di Ciano e, soprattutto, quelli di Churchill.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog