Cerca

Scenario da tempesta

Prima un Monti bis, poi Renzi
il Pd pensa ad un governo a tempo
e qualcuno lancia Re Giogio ministro

Un tecnico per un esecutivo di scopo. Il Prof è pronto, ma la batosta elettorale è un freno. Intanto i dem vorrebbero il rottamatore candidato premier con il Loden in coalizione...

Prima un Monti bis, poi Renzi
il Pd pensa ad un governo a tempo
e qualcuno lancia Re Giogio ministro
Il tempo sta per scadere. Fitch ci ha declassati e Pier Luigi Bersani continua a dormire. Non sa che fare. Soprattutto non ha le idee chiare su come governare. Il segretario continua la sua rincorsa sul Movimento Cinque Stelle. Da Grillo picche su picche. Ormai un governo Pd-M5S sembra sempre più improbabile. E allora che fare?

Monti bis - La prima strada porta sempre all'uomo in Loden. Il silenzio del Prof potrebbe essere il preludio ad un'estensione del suo mandato fino al nuovo voto. L'ipotesi è tutt'altro che irrealizzabile. Il Prof per molti continua ad essere un uomo di garanzia che può guidare la barca fino alle nuove consultazioni elettorali. Ma la sua salita in politica lo ha macchiato. Non è più tecnico tra i tecnici, è più semplicemente politico tra i palazzi. Giorgio Napolitano ci pensa e vuole capire cosa si può fare. la prassi costituzionale sarebbe altamente discutibile se Monti restasse a palazzo Chigi. Questo in tanti lo sanno, e un uomo che è stato bocciato dal voto degli italiani non può essere più il timoniere di un Paese che ha strozzato con la corda del fisco.

Monti-Pd con Renzi - Un'altra idea allora è quella di un governo a tempo di 5-6 mesi. Un governo di scopo, guidato sempre da una figura terza, un tecnico, Saccomanni, Visco, i nomi sono tanti, che possa traghettare il Paese verso nuove elezioni, magari con una nuova legge elettorale. In questo caso l'idea del Pd è ben diversa. I democratici sono pronti a soffrire per qualche mese, per poi ripresentarsi agli elttori con un look del tutto nuovo. Il piano prevede un'alleanza con Monti e Scelta Civica e con un candidato premier che risponde al nome di Matteo Renzi. Un uomo dei piani alti del Pd rivela: "Se ci sarà un altro voto anticipato chiederemo a Monti di venire con noi, perchè è difficile che possano riandare da soli alle urne per come sono ridotti". 

Napolitano ministro -
Infine c'è il terzo scenario. Suggestivo ma davvero poco praticabile. Giorgio Napolitano è il garante del Paese in questo momento tempestoso. Qualcuno comincia a pensare a lui come "faro nella nebbia". Re Giorgio a maggio lascia il Colle. A quel punto è "svincolato". Si pensa a lui come probabile ministro di un governo di transizione. Dare il timone a Napolitano per portare un governo debole fuori dalle secche dello stallo attuale. Questa è la posizione che ha fatto propria Pietro Ichino. Se proprio non lo si può avere come ministro c'è chi rilancia un suo bis al Colle. Ma tra gli esperti e i costituzionalisti il parere unanime: possibile, ma improbabile. L'unica cosa certa è che bisogna fare in fretta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bettely1313

    12 Marzo 2013 - 11:11

    tutti e tre non sono stati eletti dal popolo. Vogliamo continuare così?

    Report

    Rispondi

  • sulin

    09 Marzo 2013 - 19:07

    queste sembrano le comiche finali di Ridolini. In altri paesi esempio la Danimarca c'è un governo di minoranza, lo sapete? andate ad informarvi. Ora ha vinto...diciamo che ha vinto le elezioni il PD? Bene faccia un governo di minoranza e si presenti alle camere.Se non va, rivoteremo.E speriamo che la prossima legge elettorale sia fatta in modo che il giorno dopo sappiamo chi governerà.Basta inciuci, Comitati di affari ed altro..ne abbiamo le tasche piene. Del resto credo che queste pagliacciate convincano sempre più italiani che bisogna mandarli tutti a casa. A proposito, se la Signora Turco ha dei problemi di liquidità, un posticino da badante possiamo sempre trovarglielo

    Report

    Rispondi

  • c.camola

    09 Marzo 2013 - 18:06

    Il Prof.Monti è già stato bruciato dalle votazioni,Il presidente Napoletano é al termine mandato,e Renzi inesperto,se lo vogliono bruciare facciano pure.Se ne andrà con il compagno Bersani.

    Report

    Rispondi

  • ketaon_01

    09 Marzo 2013 - 18:06

    le elezioni hanno parlato chiaro. Le ha perse. Napolitano fattene una ragione. BASTA NON VOGLIAMO il perdende al governo per la seconda volta. Rispetta il voto degli italiani o vai fuori dalle palle anche tu se non sai gestire la situazione

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog