Cerca

Le rilevazioni posto voto

Sondaggio Swg: il Pd con Matteo Renzi e senza Vendola al 44%

Se si andasse al voto con il sindaco di Firenze alla guida di una colazione Pd-Monti, si riuscirebbe ad arginare anche Grillo

Pier Luigi Bersani e Matteo Renzi

 

In un sondaggio la prova di quello che nelle fila del Pd dicono dal giorno dopo la vittoria-sconfitta di Bersani. E' arrivato nelle stanze di via del Nazareno creando non poche preoccupazioni alla vigilia delle scelta del capogruppo e delle consultazioni al Quirinale. E' una rilevazione Swg che si basa sostanziamente su due domande. La prima sul gradimento di una coalizione Pd-Monti e Sel guidata da Pierluigi Bersani. La seconda su una coalizione guidata da Matteo Renzi senza Sel. I risultati parlano chiarissimo: nel primo caso il centrosinistra strapperebbe un risicato 29%, contro il 26% del Pdl in corsa con la Lega e il bingo del Movimento Cinque Stelle che otterrebbe il 40 per cento dei consensi. Nel secondo caso lo scenario sarebbe completamente ribaltato in quanto la coalizione di Renzi otterrebbe senza Sel il 44% mentre il Pdl e la Lega crollerebbero al 19% e Grillo si attesterebbe su un 36% vedendo arginata la sua avanzata inesorabile in  presenza di Bersani. Un altro sondaggio, questa volta realizzato da Digis, mostra come gli elettori di sinistra scongiurano un accordo con il Pdl preferendo un ritorno alle urne: il 27% ancora con Bersani il 37% con il rottamatore Matteo Renzi.   

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • jolandakoci

    21 Marzo 2013 - 10:10

    Dai commenti a me pare l'Unità . Va bene la libertà di opinione ma qui si esagera !

    Report

    Rispondi

  • Renatino1900

    19 Marzo 2013 - 18:06

    a parte i vecchi soloni del PD, chi è molto peggio, ma molto, sono quelli del PDL/LEGA, quelli che hanno sfasciato il paese dando le colpe a tutti gli altri. non sono meno attaccati alla poltrona, sono uguali in questo. peccato, però, che negli ultimi undici chi ha sgovernato per otto anni e mezzo siano stato proprio il PDL/LEGA. quelli che negavano la crisi e poi hanno imposto una manovra economica da 145 mld di euro. inoltre non mi sembra che nella scorsa legislatura, quello che ha devastato il Paese, una delle due camere avesse una personalità di sinistra a presiederla. di ricatti ed intimidazioni VOI ne siete maestri: caso BOFFO e caso Dreyfus, ma anche il caso di Fini, stranamente portato alla luce dal buon Lavitola (e non voglio difendere Fini). vin43 si beva meno grappette, per favore.

    Report

    Rispondi

  • Renatino1900

    19 Marzo 2013 - 16:04

    ma che cazzo stai a dì? a me sembra che quelli da ricoverare alla neuro siano i vecchi del PD. poveri, mi fanno un po' pena, non capiscono che sono la stampella del nano. oltre al fatto che è evidente la loro sconfitta. bisognerebbe smetterla con questi incapaci: quelli del PDL/LEGA che accusano il mondo e la spectre comunista per il disastro che LORO hanno combinato nel Paese; quelli del PD che non hanno capito che se gli Italiani non gli hanno dato fiducia è colpa loro. e concordo con il tuo post numero 29.

    Report

    Rispondi

  • spalella

    19 Marzo 2013 - 16:04

    se non muoiono le vecchie generazioni che votano PD, quei poveracci con la 5^ elementare che hanno votato Bersani alle primarie, Renzi non nascerà mai. Ma se riuscirà, in un modo o nell'altro a convincere la schifezza ignorante che deve per prima dagli iil placet, allora Renzi farà il pieno di voti. Voti civili, voti colti, voti pragmatici, non i voti degli asini con i paraocchi che sono ancora l'esercito della dx e della sx di vecchia schifosa maniera.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog